In arrivo una mozione contro il calcio israeliano

Israele

di Davide Foa

L'ex presidente Shimon Peres con Michel Platini, presidente della Uefa
L’ex presidente Shimon Peres con Michel Platini, presidente della Uefa

Michel Platini, presidente UEFA, ha avvertito il delegato israeliano Avi Luzon riguardo a un prossimo possibile ostacolo per il calcio israeliano. Pare infatti, secondo quanto riporta YnetNews, che Jibril Rajoub, rappresentate palestinese presso l’UEFA, voglia presentare una mozione per chiedere che Israele non partecipi più ad alcun evento sportivo targato UEFA o FIFA (sostanzialmente l’esclusione da tutte le competizioni internazionali).

“La questione è seria”, ha detto Platini a Luzon, specificando che, se Israele non si muoverà in tempo e con i giusti canali diplomatici,  la mozione potrebbe trovare il sostegno di molti altri paesi.

Israele sarebbe colpevole, secondo la denuncia di Rajoub, di impedire, o per lo meno rendere difficoltoso, lo spostamento degli atleti palestinesi tra la Striscia di Gaza e la West Bank.

Non è certo una novità per Israele, dover fare i conti con opposizioni di questo tipo anche nel mondo dello sport.

A settembre, l’UEFA aveva respinto l’offerta israeliana di organizzare gli europei 2020 a Gerusalemme, per “ motivi tecnici”. Non erano mancate in quell’occasione le esultanze da parte di varie ONG secondo cui “ tenere gli europei a Gerusalemme sarebbe stato come ricompensare Israele per il suo massacro di più di 2.100 palestinesi”.

 

 

Menu