Giovedì 29 novembre la seconda edizione dell’incontro internazionale GariwoNetwork

Appuntamenti

di Redazione
Si terrà giovedì 29 novembre (dalle ore 9.30 alle ore 17.30) ai Frigoriferi Milanesi il secondo incontro internazionale di GariwoNetwork, la rete che unisce tutti i soggetti impegnati nella diffusione del messaggio dei Giusti.

Intorno al tema “Coltivare i Giardini dei Giusti per contrastare la cultura dell’odio e del nemico” si confronteranno gli ambasciatori di Gariwo, gli insegnanti, i rappresentanti delle amministrazioni locali e delle associazioni, i referenti dei cento Giardini dei Giusti sorti in Italia e nel mondo sull’esempio del Giardino del Monte Stella di Milano, nato nel 2003 su proposta di Gariwo.

L’obiettivo è capire come i Giardini dei Giusti possano contribuire a migliorare la società, diffondendo le storie delle donne e degli uomini che in Europa e nel mondo hanno lottato per la pace contro le dittature e i nazionalismi; educando al dialogo e al rispetto dell’altro nel dibattito politico e nella discussione sui social network; favorendo l’integrazione tra i gruppi sociali ed etnici. Attraverso i Giardini dei Giusti, le amministrazioni locali, le scuole, le associazioni possono indicare la strada per nuovi comportamenti ispirati ai valori di responsabilità e solidarietà.

“Il percorso iniziato lo scorso anno con il lancio della Carta delle Responsabilità – dichiara il presidente di Gariwo Gabriele Nissim – continua quest’anno grazie alla passione di tante persone che condividono l’impegno di Gariwo e che arriveranno a Milano per questo incontro da tutta Italia e da tutta Europa. Sarà l’occasione per scambiare idee e suggerimenti che raccoglieremo in una proposta condivisa per affrontare le sfide del nostro tempo.”

Il saluto del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé aprirà la sessione mattutina dei lavori dedicata all’approfondimento, con gli interventi di Gabriele Nissim sul senso etico dei Giardini, dello scrittore Francesco Cataluccio sui valori dell’identità europea, dello storico Marcello Flores sul ruolo dell’Europa nella difesa dei diritti umani e dello psicoterapeuta Pietro Barbetta sulle strategie per prevenire l’odio e la cultura del disprezzo. La sessione si concluderà con la proiezione di One Ocean, il documentario sui cambiamenti climatici presentato al 75° Festival del Cinema di Venezia, alla presenza della regista Anne de Carbuccia.

Nel pomeriggio la discussione sarà articolata in panel sui temi Chi sono i Giusti, L’educazione al valore della responsabilità personale nella scuola e Il ruolo dei Giardini dei Giusti di fronte ai problemi attuali per favorire lo scambio di esperienze e buone pratiche tra i partecipanti. Intervengono, tra gli altri, Anna Foa, storica e Ambasciatrice di Gariwo, Anna Ziarkowska della Casa d’incontri con la Storia di Varsavia e Neli Radanova traduttrice e già docente alla Nuova Università Bulgara di Sofia, i Giusti dell’accoglienza Daphne Vloumidi da Atene e Hamadi Ben Abdesslem da Tunisi, le dirigenti scolastiche Patrizia Cocchi (Liceo Vittorio Veneto Milano) e Antonella Maucioni (Ist. Leonardo da Vinci Fiumicino Maccarese), Roberta Miotto dell’Associazione Senza Confini e i docenti Carolina Vergerio (ITC Lanino Vercelli) e Carlo Sala della Commissione didattica di Gariwo, in dialogo con gli educatori e i referenti dei Giardini da tutta l’Italia presenti all’incontro: Aprilia, Assisi, Benevento, Bellaria, Binasco, Bovisio Masciago, Brescia, Busto Arsizio, Calvisano, Campobasso, Copertino, Fiumicino Maccarese, Monte Peglia, Noceto, Offida, Orzinuovi, Pescara, Premolo, Riva del Garda, Roma, San Marino, Seveso, Spezzano Albanese, Taranto, Valmalenco, Verano Brianza, Vibo Valentia e Vignate.

L’incontro, moderato dalla responsabile della redazione Gariwo Martina Landi, è valido come corso di aggiornamento certificato OPPI.

Ingresso libero, gradita conferma a segreteria@gariwo.net

Per approfondimenti:
Verso GariwoNetwork di Gabriele Nissim
https://it.gariwo.net/editoriali/verso-gariwonetwork-19471.html

 

Menu