Una parabola filosofica, poetica e immaginifica. Grossman al TFP

Elena Bucci e Marco Sgrosso adattano per il teatro il romanzo di David Grossman,  in cui lo scrittore israeliano riflette sulla perdita del figlio Uri, ucciso in missione in Libano nel 2006, trasformando il dolore in parola poetica.

Gli attori prendono per mano il pubblico e lo accompagnano in un viaggio intimo e visionario nello spazio fuori dal tempo.

In un luogo immaginario, un padre che ha perso il figlio intraprende un viaggio per andare dove il mondo dei vivi confina con la terra dei morti. A poco a poco si unisce a lui una varia umanità che vive lo stesso dramma e lo stesso dolore: il Duca signore di quelle terre, una riparatrice di reti da pesca, una levatrice, un ciabattino, un vecchio insegnante di matematica e un ex giullare, incaricato dallo stesso Duca di prendere nota delle storie dei suoi sudditi che hanno perso i figli.

Info: https://teatrofrancoparenti.it/spettacolo/caduto-fuori-dal-tempo/

dal testo di David Grossman
edito in italia da Mondadori
traduzione di Alessandra Shomroni
progetto, elaborazione drammaturgica e interpretazione Elena Bucci Marco Sgrosso
regia Elena Bucci
con la collaborazione di Marco Sgrosso
musiche originali eseguite dal vivo alla fisarmonica Simone Zanchini

disegno luci Loredana Oddone
cura e drammaturgia del suono Raffaele Bassetti
ideazione spazio scenico Elena Bucci, Giovanni Macis, Loredana Oddone
elementi di scena e costumi Elena Bucci e Marco Sgrosso
trucco e consulenza ai costumi Bruna Calvaresi
assistente all’allestimento Nicoletta Fabbri

produzione Centro Teatrale Bresciano, TPE – Teatro Piemonte Europa, ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione
progetto a cura di Mismaonda
collaborazione artistica Le belle bandiere

Spettacolo realizzato con il sostegno di NEXT 2021

Menu