A passeggio in via della Reginella

Spettacolo

“Bop Decameron” è il titolo; Alec Baldwin, Roberto Benigni, Judy Davis, Jesse Eisenberg, Ellen Page e Greta Gerwig, gli attori principali; Roma, la città scelta per le riprese. Per il resto, del nuovo film di Woody Allen non si sa altro. La trama infatti è top secret e gli attori ingaggiati hanno firmato per mantenere il silenzio stampa.

Dall’11 luglio comunque Woody Allen e la sua troupe cominceranno a girare a Roma.

Dopo Parigi, il regista di film indimenticabili come Manhattan e Io Annie,  ha scelto dunque la città eterna per girare il suo nuovo film che, si dice, sarà un omaggio ai grandi registi italiani, a cominciare da Fellini, verso il quale Allen ha sempre riconosciuto di avere un grande debito artistico.

Per le riprese tuttavia Allen sembrerebbe orientato a scegliere i luoghi di una Roma poco felliniana, lontana insomma dalla celebrata via Veneto della Dolce vita. Proprio ieri infatti è stato visto passeggiare con alcuni del suo staff, per le vie del ghetto di Roma.

Angelo Sermoneta, che gestisce il ’48, il punto di ritrovo degli ebrei romani al ghetto, ha detto di averlo visto sbucare improvvisamente in via della Reginella insieme ai suoi assistenti, intenti a prendere appunti, evidentemente, su vie e palazzi del posto. La gente era incerta si trattasse davvero di Allen, ma alla fine, ha raccontato Sermoneta, ci siamo arresi all’evidenza. Piuttosto schivo, attento al suo lavoro, pare abbia accennato un sorriso solo dopo che qualcuno lo ha saluto con un semplice “Shalom”.

Attendiamo l’11 luglio per sapere se il calore di Roma, dei romani, degli ebrei romani, saprà sciogliere la timidezza del regista americano; vedremo se Roma e il ghetto di Roma, con il carico della loro storia, sapranno diventare un altro dei luoghi magici dei film di Woody Allen, come già lo sono state New York e Parigi.

Menu