Mostre/ Tracce del tempo. Fotografie di Norma Picciotto

“Tracce del tempo” è il titolo della mostra di fotografie che Norma Picciotto aprirà il prossimo 29 marzo al Museo Fondazione Luciana Matalon di Milano.

La mostra, spiega la curatrice Giulia Foschi, “è un atlante personale giocato sul filo dei ricordi e delle emozioni, è il racconto di un viaggio nel mondo, e un percorso di autoanalisi dentro la storia e i vissuti dell’autrice”. Un viaggio che ha portato Norma Picciotto anche sulle tracce delle proprie radici ebraiche, in Israele, in una Gerusalemme vista attraverso una lente visionaria, ma da cui emergono frammenti significativi del suo passato di “città celeste”.

Le opere scelte per quest’esposizione si offrono come apparizioni, come un esercizio poetico in cui si fondono liberamente, quasi fluttuando, incontri e ricordi, sogni e visioni oniriche ai quali si è introdotti sempre da una bolla di sapone che, simile a una lente d’ingrandimento un po’ magica, sottolinea e incornicia i ritratti dell’autrice stessa, oppure fa apparire particolari di luoghi ed elementi significativi della storia ebraica, come il deserto israeliano o una Gerusalemme evocata solo attraverso alcuni dettagli.

La mostra propone al visitatore due diversi percorsi di lettura, uniti fra loro dal tema unico della memoria: quello del vissuto dell’autrice, attraverso il recupero di immagini che la ritraggono da bambina fino all’età adulta; e quello dei luoghi delle radici, in una sorta di ispirato e lirico omaggio alla cultura ebraica e a Israele.

Norma Picciotto: Tracce del tempo.
a cura di Gigliola Foschi
Museo Fondazione Luciana Matalon
Foro Buonaparte 67
Milano
INAUGURAZIONE: martedì 29 marzo, ore 18.30
Orari: da martedì al sabato, 10-19
Tel.
02 878781 – 02 45470885

[nggallery id=14]
Menu