Lo chef stellato Algherini interpreta la cucina kasher

Eventi

di Naomi Stern

algheriniNella seconda giornata della Tenda di Abramo, il primo pomeriggio è stato dedicato a uno show cooking con chef Alessio Algherini. Classe 1982, Algherini è chef del Ristorante Alexander di Milano.

Nella suggestiva location di Villa Appiani, lo chef ha preparato un piatto completamente vegetariano: una millefoglie di melanzana con mozzarella alle olive, bruschetta di avocado e cipollotto croccante.

“Quando si cucina è fondamentale iniziare pensando alle sensazioni che si vogliono far nascere nelle persone a cui si prepara il piatto” spiega lo chef. “Per avere una bella sensazione di gusto è quindi importante mangiare qualcosa di cremoso e di morbido ma che sia anche croccante”.

All’interno della ricetta anche la tahina, tipica della cucina israeliana. “La tahina è il classico esempio di prodotto che utilizzo per assaggiare culture differenti dalla mia. È un prodotto che, a chi è abituato al gusto italiano, può risultare strano al primo assaggio. Ma se dosata e utilizzata all’interno dei piatti nel modo giusto può regalare un’esaltazione del gusto”.

Lo show cooking è proseguito con piccoli consigli di cucina: “Quando fate il guacamole lasciate il nocciolo dell’avocado a contatto con la polpa, in questo modo non diventerà nera” e ancora “non buttate il gambo del prezzemolo; se battuto può essere utilizzato nel brodo per insaporire i carciofi, per esempio. E poi contiene molta vitamina C, un’ottima alternativa al limone.”

E in conclusione, anche una ricetta perfetta per conservare il gusto della carne mantenendo le regole della kasherut: lo speck di anatra. Si adagia il petto d’anatra in un contenitore coprendolo con una bagna di sale e zucchero calibrati in uguale quantità. Si può aggiungere alla marinatura anche una parte agrumata: pezzi di arancio ma anche ginepro, timo o rosmarino. Il petto di anatra deve riposare in frigo con questa salatura per 24h. Il petto d’anatra va poi sciacquato e appeso ad asciugare. Dopo 3-4 giorni è pronto per essere mangiato.

In questa maniera si ottiene un ottimo prodotto, preparato con la massima facilità e molto meno dispendioso rispetto a quelli acquistabili nei negozi di alimentari.

Menu