Le opere trafugate dai nazisti in mostra al Louvre

Al Louvre in mostra le opere trafugate dai nazisti

di Ilaria Myr
Dal mese di dicembre, il Louvre espone 31 dipinti di epoche differenti trafugati dai nazisti fra il 1940 e il 1945. In questo modo il museo spera di ritrovare i legittimi proprietari e restituirli. Tra le opere, anche capolavori di Eugène Delacroix, François Boucher e “La Source du Lizon” di Théodore Rousseau.

«La maggioranza di queste opere è stata rubata a famiglie ebraiche – ha dichiarato il responsabile dei dipinti del Louvre, Sebastien Allard -. C’è la possibilità che gli eredi le riconoscano, le reclamino, e richiedano ufficialmente la loro restituzione».

Le opere, esposte in due sale, sono tutte identificate dalla sigla MNR (“Musei nazionali recupero”), e fanno parte di un catalogo disponibile online. Chiunque riconosca uno di quei pezzi e ne voglia rivendicare la proprietà deve essere in grado di presentare prove fisiche come ricevute, testimonianze o vecchie fotografie. Dal 1951, soltanto 50 oggetti d’arte sui 2000 non reclamati sono stati restituiti ai loro proprietari. Un impegno, questo, lungo e difficile, messo in atto da un gruppo di lavoro costituito dal Ministero francese della cultura.

(Fonte foto: www.artribune.com)

@ilmyr