progetto Nanà, helpline per le donne

Nasce Nanà, la help line telefonica per le donne delle comunità ebraiche italiane in difficoltà

News

di Redazione
La pandemia ha accentuato situazioni di difficoltà famigliari, in cui le donne e i bambini sono i più esposti. Per dare un sostegno concreto partirà a inizio febbraio nelle comunità ebraiche italiane il progetto Nanà – Nashim leNashim (Donne per le donne), una Help-line telefonica dedicata alle donne che si trovano in situazioni di difficoltà in diversi ambiti e momenti della propria vita: maternità (gravidanza e situazioni che richiedono supporto, carico mentale/difficoltà con la maternità, neo-mamme, allattamento, supporto psicologico, supporto alla genitorialità), problemi in famiglia (con parenti e famiglia, con i figli, supporto generico e per questioni psicologiche), problemi di coppia (Separazioni e divorzi, Ghet o civile, problemi di coppia, mediazione familiare, problemi tra genitori separati o in fase di separazione), difficoltà psicologiche (ansia, attacchi di panico, stress, depressione e disturbi dell’umore, disturbi psicosomatici, disturbi alimentari, difficoltà psicologiche generiche), solitudine e bisogno di ascolto (per donne di diverse età, isolamento, disadattamento, perdita di persone care/amiche, bisogno di ascolto per varie situazioni “telefono amico”), carico mentale e compiti di cura (caregiving di familiari, disabilità, malattie, senso di colpa/impotenza/ fatica, lutto), violenza di genere (domestica, fisica, sessuale, economica,  psicologica, stalking), sul lavoro (pressioni psicologiche, mobbing, molestie sul lavoro).

Grazie all’aiuto di volontarie e professioniste con formazione specifica, che risponderanno al Numero Verde 800 201645, verrà fornito un ascolto dedicato e protetto, uno spazio in cui condividere preoccupazioni e chiedere aiuto e consulenza. Il servizio non richiede alcun dato personale, garantisce il completo anonimato ed è totalmente gratuito. Si può anche scrivere alla mail chiamanana@gmail.com.

Il Progetto, costituito e coordinato da un Comitato fondatore indipendente, nasce sotto l’egida di AME (Associazione Medica Ebraica) la cui Presidente, Rosanna Supino, fa parte del gruppo che lo sta elaborando, con la partecipazione di U.C.E.I. e del Volontariato Federica Sharon Biazzi.

L’ iniziativa ha inoltre già ottenuto il patrocinio della Comunità Ebraica di Milano, del Bene Berith, della WOW (Women of the World ), della Women’s Division del Keren Hayesod, di A.G.E. (Associazione Giuristi e Legali Ebrei) e dell’ADEI-Wizo.

 

NUMERO VERDE HELP LINE NANA’ (attivo da inizio febbraio)
800 201645
chiamanana@gmail.com.

 

Menu