La Comunità Ebraica di Milano e i City Angels raccolgono materiale per i profughi

News

di Ilaria Myr

Profughi alla Stazione Centrale di Milano
Profughi alla Stazione Centrale di Milano

Per rispondere all’emergenza profughi che  si fa sempre più urgente e drammatica, la Comunità Ebraica di Milano ha deciso di scendere in campo per dare un aiuto concreto. In collaborazione con i City Angels, l’organizzazione di volontari fondata da Mario Furlan, la Comunità raccoglierà materiale di prima necessità per le centinaia di profughi che ogni giorno arrivano nella nostra città.

Da martedì 23 giugno, dunque, e per due settimane circa in Comunità sarà esposto un cesto in cui gli iscritti alla Comunità potranno portare: vestiti (estivi), biancheria intima, prodotti per l’igiene personale (saponi, shampoo, spazzolini da denti, assorbenti), coperte, nonché cibo in scatola consumabile senza preparazione (scatole di tonno, mais, biscotti, ecc..). Il contenuto del cesto verrà raccolto quotidianamente dai City Angels, così da dare aiuto subito a chi ne ha bisogno.

“Siamo davvero molto contenti di collaborare con la Comunità Ebraica – ha commentato a Mosaico Mario Furlan, presidente City Angels – che si è dimostrata molto sensibile a temi sociali. Già da qualche anno la Comunità patrocina il nostro Premio Campione, e questo è per City Angels un motivo di orgoglio. Questa proficua collaborazione si intensifica dunque ora con questa nuova iniziativa”.

Grande anche la soddisfazione della Comunità ebraica milanese, che ha risposto subito con entusiasmo all’appello di Furlan. “Già da qualche tempo avevamo stabilito di collaborare con i City Angels in occasione della giornata della cultura ebraica, il 6 settembre – spiega il co-presidente Milo Hasbani -, mettendo a disposizione un cestone nei giardini di Guastalla. La situazione profughi è però precipitata, e abbiamo quindi deciso di intervenire subito. Non dimentichiamo che anche molti di noi sono stati profughi, hanno dovuto lasciare tutto quello che avevano nel loro Paese, e hanno avuto bisogno di aiuto. Ora noi lo diamo a questa gente, perché capiamo la loro  necessità e vogliamo dare una mano concreta”.

“Per noi questa collaborazione è davvero importante – aggiunge Gadi Schoenheit, vice assessore alla Cultura e con delega diretta dei Presidenti e della Giunta al Progetto Speciale Jewish and the City -. E’ un nostro dovere aiutare queste persone in un momento così drammatico. E i City Angels sono un’associazione importante, che ammiriamo molto”.

Il sito Mosaico, come organo ufficiale online della Comunità Ebraica di Milano, continuerà ad aggiornare i suoi lettori su come contribuire a questa iniziativa, nonché sugli ulteriori sviluppi di questa proficua collaborazione.

Menu