Dal 25 al 30 aprile la Comunità ebraica distribuirà pasti ai bisognosi di Milano con City Angels

News

La Comunità ebraica di Milano, nell’ambito del progetto “Milano ebraica solidale” ha promosso la settimana della “Cucina ebraica “, dal 25 al 30 aprile, con la distribuzione di 600 pasti, che ha voluto destinare al sostegno dei senzatetto, assistiti dai City Angels.

I pasti monoporzionati, confezionati nel totale rispetto delle norme anti-Covid, comprendono primo, secondo e contorno e propongono menu variegati, cucinati presso le cucine della Rsa Arzaga della Comunità ebraica dalla ditta Sodexo che ha aderito con entusiasmo a questo progetto solidale. Giovani maggiorenni della comunità ebraica, coinvolti dall’Assessore ai Giovani Olympia Foà, nel rispetto di tutte le disposizioni per la pandemia, verranno accompagnati dalle macchine del volontariato Federica Sharon Biazzi e saranno in affiancamento ai volontari City Angels per la distribuzione dei pasti su strada dalle 20.30 alle 24.00.

“Domenica 25 la consegna avverrà in parte (50 pasti) nella sede dei City Angels, in via Pollini – spiega a Mosaico Rosanna Biazzi, vice-assessore al Welfare della Comunità ebraica – e in parte (i restanti 50) al Centro Donna del Municipio 6. Da lunedì a giovedì i pasti verranno distribuiti dalle 20.30 alle 24  ai senzatetto in varie zone di Milano dal pulmino dei City Angels e dalle macchine del nostro volontariato, che trasporteranno i giovani che ci aiuteranno. Mentre venerdì, essendoci shabbat, della distribuzione si occuperanno solo i City Angels”.

“Questo è un ulteriore tassello della collaborazione fra la comunità ebraica e i City Angels che dura da anni – spiega Mario Furlan, fondatore dell’organizzazione -. Come ogni anno, il 25 aprile saremo a fianco della Comunità ebraica, questa volta nel presidio statico previsto in piazza Castello”.

Questa è però solo una delle operazioni di solidarietà verso la cittadinanza che la Comunità ebraica di Milano intende svolgere. “Prevediamo di fare nel prossimo futuro una raccolta di prodotti alimentari da consegnare al Pane Quotidiano e di ripetere, verso fine anno, la raccolta di indumenti, coperte e prodotti di igiene che quest’anno ha riscosso tanto successo – spiega Antonella Musatti, Assessore al Welfare -.  L’obiettivo è essere sempre più inseriti nella rete di solidarietà della nostra città, continuando sempre ad aiutare i nostri membri”.

Menu