Comunità

  1. Home
  2. Comunità
  3. (Pagina 60)

Venduta la vecchia casa di riposo di via Leone XIII

Giunta e Consiglio


Dopo lunghe trattative, rogito a luglio. Dopo un anno difficile, in un momento economico tra i più duri degli ultimi cinquant’anni e con una crisi che non ha risparmiato nemmeno le sorti delle finanze della Comunità di Milano, è stato finalmente venduto l’immobile della vecchia casa di riposo di via Leone XIII. La commissione che ne ha gestito la vendita era composta dal presidente Leone Soued e dai consiglieri Gionata Tedeschi, Roberto Jarach e Milo Hasbani.

Insediata la nuova giunta sotto la Presidenza di Leone Soued

Giunta e Consiglio


In un clima più sereno rispetto alle ultime riunioni di consiglio, e dopo estenuanti trattative,
il Presidente Leone Soued è riuscito a presentare finalmente la nuova giunta e ad assegnare i nuovi incarichi ai vari assessori.
Sarà una giunta tecnica volta a traghettare la Comunità alle prossime elezioni del maggio 2010 cercando per quanto possibile di portare a compimento alcuni progetti in corso

La nuova Giunta della Comunità

Giunta e Consiglio


cambiano equilibri e alleanze. Riconfermata la presidenza a Leone Soued, votata la nuova giunta. Fino a maggio 2010.
Dopo ben cinque estenuanti Consigli della Comunità che si sono susseguiti vorticosamente a ridosso l’uno dall’altro in soli 20 giorni durante la prima metà di maggio, finalmente si è giunti a un dunque, ricomponendo parzialmente quei veti incrociati che avevano bloccato l’attività degli organi collegiali. Si chiude così la crisi di governo che aveva portato alle doppie dimissioni di Leone Soued e Gionata Tedeschi, nonché a quelle dell’intera giunta. È stata quindi riconfermata per la terza volta la presidenza di Leone Soued

Il comune senso del pregiudizio

News

Antisemiti che adorano Israele, intellettuali che disprezzano i Rom. Sono gli estremi paradossi dei molteplici volti del pregiudizio, del razzismo e dell’intolleranza xenofoba. Se ne è parlato in una sala gremita all’incontro “Il comune senso del pregiudizio” organizzato dalla Fondazione CDEC, per presentare due ricerche, l’una condotta da Renato Mannheimer (Una nuova tipologia di pregiudizio antiebraico) per conto del CDEC e l’altra da Tommaso Vitale (Le rappresentazioni dello zingaro: continuità e mutamento). Hanno dialogato con i due ricercatori Gad Lerner, Milena Santerini e Gian Antonio Stella, introdotti dal presidente della Fondazione CDEC Giorgio Sacerdoti.

Leone Soued rieletto presidente: nuova giunta in arrivo

Giunta e Consiglio


Dopo due votazioni, Leone Soued è stato rieletto presidente della Comunità per portare a termine il proprio mandato che scade a maggio del 2010. Contestualmente, durante la seduta di Consiglio avvenuta martedì 12 maggio 2009, si è dimessa l’intera Giunta in carica.
Una seduta sofferta, terminata intorno all’1,30 di notte e funestata da un black out che ha lasciato al buio l’intero quartiere. Scongiurata quindi l’eventualità di andare a elezioni anticipate a ottobre, l’intero Consiglio ha finito per dimostrare, non optando per il proprio scioglimento, quella tenuta e quel senso di responsabilità da tutti invocato più volte.

Yasha Reibman vince contro Diliberto

News

Yasha Reibman vince contro Diliberto.
“Credo che sia una notizia importante per tutti noi”, commenta Yasha Reibman dopo la definitiva sentenza che lo assolve dall’accusa di aver diffamato Diliberto e quindi nega il risarcimento di un milione di euro richiesto dall’ex ministro della giustizia, dirigente dei comunisti italiani.
“Significa che anche in Italia si può criticare l’operato dei politici, anche di chi è stato ministro, senza temere ripercussioni sulla propria vita. È la possibilità di essere ebrei a testa alta, di difendere liberamente le nostre idee e le nostre ragioni”.

Dimissioni a sorpresa del Presidente della Comunità Leone Soued

Giunta e Consiglio


Durante l’ultima seduta del Consiglio della Comunità, avvenuta venerdì 8 maggio dalle ore 13.30 alle 16.30, il presidente Leone Soued ha rassegnato, a sorpresa, le sue dimissioni. Irrevocabili, ha ripetuto Soued più e più volte davanti alla costernazione generale dei membri del Consiglio. Sono andati a vuoto i tentativi dei membri delle tre liste, Per Israele (lista a cui appartiene Soued stesso), Chai, Kadima, di convincere il presidente a tornare sui propri passi respingendone le dimissioni per far così rientrare la crisi. È stato convocato un Consiglio straordinario per martedì 12 maggio alle ore 19.30.
Gravi le frasi pronunciate da Soued: “Dopo lo spettacolo sconfortante dell’ultima seduta di Consiglio (quella di mercoledì 6 maggio, ndr), dopo aver assistito a quello che io ritengo un penoso tira e molla, rimetto il mio mandato di presidente ed esco dal gruppo Per Israele. È un mio diritto e lo rivendico. Se volete prendere a picconate le istituzioni ebraiche, prego accomodatevi. Me ne vado perché è stata lesa la mia persona, non la mia carica. E inoltre, alludo a Gionata Tedeschi, non si possono minacciare le proprie dimissioni ogni volta che non passa la propria linea o posizione. Ritengo che questo modo di fare sia una barbarie, un ricatto, perciò mi rifiuto di starci. Spero che questo Consiglio regga e ho deciso comunque di continuare a farne parte. Ma non più come presidente”.

Consiglio della Comunità sospeso

Giunta e Consiglio


Si è svolta nella serata di mercoledì 6 maggio una seduta di consiglio particolarmente calda e agitata che aveva all’ordine del giorno ben 9 punti, dei quali alcuni molto urgenti e importanti, quali la relazione sulla vendita dell’immobile di via Leone XIII, la richiesta da parte della Regione Lombardia per l’accoglienza degli “Stati vegetativi” presso la residenza Arzaga ed altri punti di non secondaria importanza.

La Wizo Aviv e i movimenti giovanili celebrano Yom Hazikaron


ogni volta che veniva richiamata alle armi. Amava Israele ed aveva una forte motivazione a difendere la sua Patria” ha detto suo padre. “Il suo grande spirito combattivo e la forza di volontà che la contrastinguevano, hanno fatto pensare ad un’altra grande donna che ha combattuto eroicamente durante la seconda Guerra Mondiale: Hana Senesh”. Questa è una delle storie raccontate per celebrare Yom Hazikaron

È nato il sito della Fondazione Scuola

News

Dal mese di aprile è online il sito della Fondazione per la Scuola della Comunità Ebraica di Milano: un sito ricco di informazioni sulla Fondazione, sui suoi obiettivi e sui progetti che sta realizzando ma anche un luogo di incontro tra gli ex alunni della nostra scuola che hanno condiviso un passato comune. Visitate il sito

Menu