Israele

Israele accoglie i rifugiati del Darfur

Israele


è lo scandaloso silenzio del mondo sulla situazione in Darfur.
Il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu non affronta seriamente l’emergenza dei profughi in fuga dal genocidio

Maim besasson? Possibili scenari di guerre dell’acqua

Israele


In queste settimane in cui il caldo torrido si alterna ai nubifragi, in cui la siccità e le inondazioni sono le due facce dello stesso evento, lo stravolgimento climatico, il problema è chiaro: il pianeta diventa sempre più arido e le sue risorse sempre più inadeguate a rispondere al bisogno d’acqua di una popolazione in crescita che ha sempre più sete. E le tensioni per impossessarsi di questa risorsa fondamentale per la vita umana si vanno facendo sempre più pericolose.

Un Sabato israeliano

Israele


la scelta su come osservare, rispettare, festeggiare il Sabato oscillava fra due modelli, quello della Halakha e quello del denaro. Ora una bozza di legge propone il “Sabato israeliano”

Israele e i diritti dei gay

Israele


e dopo la polemica sull’intervento di rav Di Segni a proposito dei Dico, una nuova notizia lega il mondo ebraico e quello omosessuale. La nuova campagna turistica dell’agenzia israeliana Aguda

Che cosa resta della Palestina

Israele


della metà della scorsa settimana cosa resta sul campo in ambito palestinese?
Di fatto da ieri esistono due realtà politiche palestinesi separate. Una divisione che è sancita nelle cose, che la morte di Arafat (nel novembre 2004) ha accelerato, ma non l’ha originata: ha reso evidente un conflitto che ha cause strutturali di vario tipo: identitaria, culturale e politica. Un conflitto che ha un’origine e una scena precisa che si svolge venticinque anni fa, nell’estate 1982: riguarda la dimensione di abbandono e di vuoto che i palestinesi hanno allora avvisato.

Menu