Pompieri israeliani spengono incendi vicino a Nahal Oz causati da aquiloni e palloncini incendiari

Palloncini incendiari da Gaza raggiungono Beer Sheva

di Nathan Greppi
Dopo che gli ordigni di Hamas hanno devastato i terreni lungo il confine con Gaza (nella foto un incendio nella zona del kibbutz Nahal Oz), per la prima volta un palloncino incendiario è arrivato nella città di Beer Sheva, che si trova nel deserto del Negev e a circa 25 chilometri dalla Striscia. Secondo il JTA, questa è la distanza più lunga coperta finora dagli ordigni lanciati negli ultimi mesi.

Ad essere atterrato in una via nella zona est della città lunedì 30 luglio è stato un gruppo di palloncini, legati insieme a un ordigno esplosivo. L’accesso alla strada è stato bloccato, sia per le macchine che per i pedoni, non appena gli artificieri polizia sono arrivati per disinnescare l’ordigno.

Solo lunedì sono scoppiati sei incendi nei villaggi israeliani al confine con Gaza. Migliaia di acri di foreste e campi agricoli sono stati completamente bruciati.