Israele

Un Sabato israeliano

Israele


la scelta su come osservare, rispettare, festeggiare il Sabato oscillava fra due modelli, quello della Halakha e quello del denaro. Ora una bozza di legge propone il “Sabato israeliano”

Israele e i diritti dei gay

Israele


e dopo la polemica sull’intervento di rav Di Segni a proposito dei Dico, una nuova notizia lega il mondo ebraico e quello omosessuale. La nuova campagna turistica dell’agenzia israeliana Aguda

Che cosa resta della Palestina

Israele


della metà della scorsa settimana cosa resta sul campo in ambito palestinese?
Di fatto da ieri esistono due realtà politiche palestinesi separate. Una divisione che è sancita nelle cose, che la morte di Arafat (nel novembre 2004) ha accelerato, ma non l’ha originata: ha reso evidente un conflitto che ha cause strutturali di vario tipo: identitaria, culturale e politica. Un conflitto che ha un’origine e una scena precisa che si svolge venticinque anni fa, nell’estate 1982: riguarda la dimensione di abbandono e di vuoto che i palestinesi hanno allora avvisato.

Viva Israele

Israele


l’ultimo libro di Magdi Allam, è stata la molla che ha spinto al teatro Dal Verme, a Milano, il 7 giugno una folla enorme – 1200 persone all’interno del teatro – e altre 200 in fila nella speranza di poter entrare ad ascoltare il dibattito. Eppure si parlava solo di tolleranza, pace, libertà religiosa, rispetto reciproco, “civiltà della vita”.

Con chi trattare?

Israele


Vittorio Sgarbi è intervenuto fra gli altri a Fermare il pericolo con la forza della parola, la giornata dibattito di cui Mosaico riferisce anche in altri servizi. Ecco il suo pensiero.

Menu