Il virologo Anthony Fauci elogia Israele. “Un modello nella lotta al Covid-19”

di Paolo Castellano

Israele è un modello nella lotta al Covid-19. Lo ha detto l’immunologo statunitense Anthony Fauci durante un’intervista trasmessa il 5 maggio dal Channel 13 News. Il virologo è a capo del Niaid (National Institute of Allergy and Infectious Diseases) e consigliere alla Casa Bianca sul Coronavirus – prima con Donald Trump e ora con Joe Biden.

Come riporta il Jerusalem Post, Fauci ha sottolineato l’eccezionalità dell’emergenza pandemica: «Direi che il mio peggior incubo è sempre stato la possibile apparizione di un nuovo virus che facesse un salto di specie, da un ospite animale a un essere umano, con due modalità: una, che saltasse con facilità straordinaria da persona a persona, e due, che avesse la capacità di provocare un alto tasso di morbilità e mortalità», ha dichiarato l’immunologo americano.

«Spesso cito Israele come esempio di ciò che effettivamente funziona», ha aggiunto il virologo sottolineando i successi della campagna vaccinale israeliana. «Ritengo che Israele non abbia fatto tutto alla perfezione, nessuno lo fa», ha sottolineato Fauci, descrivendo i vantaggi che lo Stato ebraico ha avuto nella lotta al Covid-19, come la sua piccola popolazione.

«Penso che il caso dello Stato di Israele, considerando le sue dimensioni e circostanze politiche, dimostri come sappia restare unito come una singola unità».

Fauci ha poi spiegato che lo Stato ebraico raggiungerà certamente l’immunità di gregge quando una porzione sufficiente della popolazione israeliana sarà immune dai contagi attraverso la vaccinazione o anticorpi creati dal recupero dalla malattia. Tuttavia, l’immunologo ha espresso positività anche per altri paesi che hanno avuto più difficoltà a contrastare il Covid-19, sostenendo che “impareranno a controllarlo”.

A causa delle divergenze con Trump sull’efficacia dell’idrossiclorichina come cura per il Coronavirus, Fauci e la sua famiglia hanno ricevuto numerose minacce di morte dai gruppi “anti-scienza”.

Lo scorso aprile, è stata creata una teoria complottista in cui si afferma che Fauci “sarebbe più fedele a Israele” che agli Stati Uniti.

(foto: Fox News)

Menu