Bomboloni della pasticceria israeliana Roladin

Channukà in Israele: cinquanta sfumature di bomboloni

di David Zebuloni
Più che dei lumi e del grande miracolo, Channukà sembra essere diventata la festa delle sufganiot: i bomboloni fritti e farciti, tipici della tradizione ebraica. In un epoca in cui risulta difficile riunirsi attorno allo stesso tavolo, ecco che queste piccole sfere perfette e dorate riescono a mettere d’accordo tutti i commensali. O quasi. “Io voglio il bombolone liscio”, annuncia il primo. “Io invece lo voglio farcito”, dichiara il secondo con tono di sfida. “Farcito con la marmellata o con la crema?”, domanda il terzo.

Se in Italia il divario si limita al tipo di farcitura, ecco che in Israele la situazione si complica. Ogni anno infatti, le più grandi reti di pasticcerie del paese si dichiarano guerra a suon di ganache. La rete Roladin, la più nota e la più affermata del paese, detiene una sorta di dolce monopolio nel settore dei bomboloni, tanto che ogni anno vi è un evento speciale nel quale vengono svelati i nuovi gusti esclusivi. Tra i bomboloni di punta di Roladin, quest’anno troviamo il bombolone alla crema di pistacchio e amaretti, il bombolone alla crema di caffè, quello leggermente alcolico con il liquore al caramello e quell’altro con la crosta di meringa e la salsa ai frutti di bosco in perfetto stile pavlova.

bomboloni della pasticceria israeliana Biscotti
Bomboloni della pasticceria israeliana Biscotti

 

A darle testa è la rete Biscotti, che quest’anno ha lanciato la sua linea di bomboloni farciti con le creme che rievocano i gelati più amati di sempre. Il bombolone farcito con il cioccolato e i pistacchi in stile Magnum, il bombolone con la crema di mango in stile Solero e quello con la panna, le noci pecan e una cialda di waffle croccante che rievoca il sempre delizioso cornetto. Anche la celebre gelateria Berlusconi decide di mixare i due mondi, farcendo il bombolone ancora caldo, appena sfornato, con una bella pallina di gelato ghiacciato. Il contrasto di consistenze e temperature garantisce al palato un’esperienza davvero unica nel suo genere. La nota rete di hamburger Burger King, invece, conferma il grande successo ottenuto lo scorso anno, riproponendo il bombolone farcito con l’hamburger, la lattuga, i pomodori e i cetriolini salati. Un normalissimo panino americano, se non fosse che al posto della pagnotta viene utilizzato un bombolone.

Tuttavia, contro ogni previsione, il vero protagonista di questo Hannuka 2020 si rivela essere il bombolone della rete di supermercati am:pm. Con una pubblicità diventata virale in poche ore, la rete di supermercati a Tel Aviv prende in giro tutti i bomboloni scenografici che più vanno di moda, proponendo invece un prodotto tanto classico quanto buono. Dopo aver presentato infatti un bombolone ricoperto di mousse al cioccolato simile ad un cumulo di escrementi e un altro bombolone ricoperto di una sostanza verde simile alla marijuana, si sente una voce che grida: “Smettetela con queste sciocchezze, ecco dove arriveremo se continuiamo così! Ridatemi il mio bombolone semplice, quello con la marmellata di fragole. Non desidero altro!”. Un tentativo simpatico ed originale di riportare alla ribalta il bombolone tradizionale. Il padre di tutti i bomboloni. Quello un po’ vintage. Quello che lascia i baffi bianchi di zucchero a velo. Quello che non ha bisogno di strati su strati di farcitura per essere buono.

(Foto: pasticceria Roladin)

Menu