Manifestazione contro antisemitismo in un campus americano

Usa, antisemitismo nei campus: il World Jewish Congress in sostegno degli studenti ebrei

Mondo

di Redazione
L‘antisemitismo nei campus americani è ormai diventato un fenomeno sempre più dilagante: spesso mascherato da antisionismo, si manifesta negli attacchi agli studenti ebrei così come nel boicottaggio a eventi culturali e accademici che hanno qualche legame con Israele.

Per  arginare questo fenomeno, il World Jewish Congress e il gruppo Jewish on Campus hanno avviato una collaborazione, come annunciato in un comunicato stampa, con l’obiettivo di ampliare la portata dell’attivismo basato sui social media del gruppo studentesco.

“I campus universitari dovrebbero essere un luogo che consente la libera espressione del pensiero e l’esplorazione delle idee, non un terreno fertile per l’odio e l’antisemitismo”, ha affermato in una nota il presidente del WJC Ronald S. Lauder. “Il World Jewish Congress in effetti incuberà Jewish on Campus come parte dei nostri ampi sforzi per rafforzare i futuri leader ebraici. È fondamentale per noi aiutare i giovani a combattere le false narrazioni e consentire loro di difendere efficacemente nelle loro comunità”.

Studenti ebrei sempre più colpiti nei campus

Il gruppo Jewish on Campus ha iniziato come account Instagram che raccoglieva esperienze anonime da studenti universitari ebrei nel 2020. A giugno, il gruppo ha pubblicato il suo rapporto annuale 1.097 segnalazioni anonime di incidenti segnalati al suo sito web.

Martedì Julia Jassey, CEO di Jewish on Campus, ha dichiarato: “In un momento in cui gli studenti sono pesantemente colpiti dall’antisemitismo nel campus, dovrebbero anche essere dati loro gli strumenti per guidare la lotta”.

“Unendo le forze, Jewish on Campus e World Jewish Congress creano un’opportunità senza precedenti di collaborazione tra le comunità studentesche e professionali a livello internazionale, dando alle giovani voci un posto a tavola e la capacità di agire secondo le nostre prospettive su terra”, ha aggiunto.

Il rapporto del gruppo per il 2020, pur rilevando che le tendenze sono state in parte guidate da dove si trovano le grandi popolazioni studentesche ebraiche, includeva un elenco dei 15 college e università con gli episodi di antisemitismo più segnalati e una mappa che evidenziava gli stati con il maggior numero di incidenti nei loro campus .

 

Menu