Metà Hitler, metà deportato ebreo. Va ancora in scena l’assurdo carnevale spagnolo sulla Shoah

di Paolo Castellano
Non sono serviti i moniti delle comunità ebraiche di mezzo mondo, di Israele e dell’Unione europea per fermare l’assurda rappresentazione della Shoah nel carnevale spagnolo e belga. Un nuovo caso è stato segnalato dal sito d’informazione JTA che ha pubblicato un articolo su un corteo carnevalesco spagnolo che voleva “celebrare” il 75esimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento. Cnaan Liphshiz, giornalista di JTA, ha sostenuto che in questo carnevale si è andati oltre, equiparando i nazisti agli ebrei.

Stiamo parlando del carnevale di Badajoz, una cittadina spagnola distante circa 300 km dalla capitale Madrid, nella cui via principale hanno sfilato, tenendosi per mano, degli individui in uniformi naziste e da prigionieri ebrei. Il corteo si è svolto il 23 febbraio ed è pure andato in onda su una televisione locale. Come si apprende dalle immagini, si notano parate, corpi da ballo in festa, sorrisi, musica e un pubblico divertito. Tutto ciò, mentre per le strade di Badajoz sfilavano attori travestiti metà da Hitler (compresi i baffetti e una svastica sul braccio) e metà da ebreo deportato (con l’aria triste, il viso sporco e lacrime di sangue).

La parata conteneva altre rappresentazioni discutibili. Un corpo di ballo ha eseguito una performance sventolando delle bandiere con delle svastiche e la parola Juden contenuta in una stella di David. Poi altri individui mascherati mostravano uno striscione decorato con i medesimi simboli, mentre alcune donne indossavano un vestito rosso in riferimento a Schindler’s List, film del regista americano Steven Spielberg. Il corteo carnevalesco è stato poi guidato da due partecipanti che reggevano un cartello con su scritto in spagnolo “Lo stesso” e con il disegno di una ragazza in uniforme da prigioniero del lager con una maschera antigas.

Gli organizzatori si difendono. I Los Mismos, così si chiamano coloro che hanno ricreato i nazisti, gli ebrei dei lager e persino un cancello di Auschwitz trasportabile, hanno dichiarato di essersi mascherati in quel modo per onorare i 6 milioni di vittime della Shoah. I Los Mismos sono conosciuti in Spagna per i loro spettacoli stravaganti. Nelle scorse edizioni si sono travestiti da scimmie spaziali, astronauti, pirati ed esploratori. Nel 2020 hanno invece scelto di impersonare ebrei perseguitati dal nazismo. Il commentatore televisivo spagnolo li ha immediatamente difesi in diretta: «Hanno chiaramente utilizzato tutta la loro sensibilità per trattare il tema».

Menu