Due dei ragazzi multati per avere sventolato la bandiera israeliana

Austria, multa annullata agli attivisti che sventolarono la bandiera d’Israele davanti al BDS

Mondo

di Paolo Castellano

Il 21 settembre, un tribunale di Vienna ha annullato una multa che la polizia austriaca aveva fatto a dei manifestanti filo-israeliani per aver sventolato la bandiera dello Stato ebraico davanti a un raduno del BDS, il gruppo filopalestinese che invoca boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele.

A marzo 2019, la polizia di Vienna aveva multato quattro studenti: una sanzione di 150 euro per aver esibito la bandiera di Israele in pubblica piazza. Un gesto che le forze dell’ordine avevano bollato come “provocatorio”. Secondo le ricostruzioni, il gruppo di ragazzi avrebbe anche gridato “Lunga vita a Israele” e “Libera la Palestina da Hamas”.

Una limitazione della libertà di opinione secondo Benjamin Hess, membro dell’Unione degli studenti ebrei austriaci. Hess insieme ai suoi compagni ha deciso di portare la vicenda in tribunale per ottenere giustizia e dimostrare l’assurdità della multa.

«In Austria è assolutamente necessario andare in tribunale per ottenere qualcosa di così fondamentale», ha commentato ironicamente lo studente ai media austriaci.

Come riporta il Jerusalem Postun portavoce di un’associazione contro l’antisemitismo ha poi riferito che durante la manifestazione del BDS “furono presenti slogan antisemiti come Israele assassino di bambini“. 

Tra l’altro, nel 2020 il parlamento austriaco ha approvato all’unanimità una risoluzione che condanna la campagna del BDS, definendola antisemita. I parlamentari avevano inoltre invitato i cittadini a non sostenere le iniziative rivolte al boicottaggio di Israele.

Inoltre, sulla decisione della corte austriaca si è espresso il Simon Wiesenthal Center (SWC).

«Apparentemente è ancora una provocazione che gli ebrei difendano l’onore del loro popolo sventolando la bandiera di Israele. Il SWC chiede al cancelliere e agli altri leader austriaci di esporre pubblicamente la bandiera blu e bianca durante la giornata per l’indipendenza di Israele in segno di solidarietà allo Stato di Israele e al popolo ebraico. E la polizia? Si facciano controlli sugli ovvi pregiudizi antiebraici».

Menu