La sinagiga ad Amburgo davanti alla quale è avvenuto l'attacco antisemita

Amburgo: ragazzo ebreo ferito gravemente alla testa mentre entrava in sinagoga per Sukkot

Mondo

di Redazione
Un anno dopo l’attentato di Halle, in Germania un altro attacco antisemita durante le festività ebraiche. Uno studente ebreo è stato gravemente ferito domenica dopo che un uomo lo ha aggredito con una pala fuori da una sinagoga nella città settentrionale della Germania di Amburgo. Lo studente di 26 anni è stato ripetutamente colpito alla testa mentre stava per entrare nella sinagoga (nella foto) in un attacco denunciato dal ministro degli Esteri Heiko Maas come “antisemitismo ripugnante”.

L’uomo aggredito è riuscito a scappare dal suo aggressore e i passanti gli hanno prestato i primi soccorsi prima che fosse portato in ospedale.  Indossava una kippa al momento dell’attacco, ha riferito il New York Times.

La polizia incaricata di proteggere la sinagoga ha arrestato un uomo di 29 anni che indossava un’uniforme simile a quella dell’esercito tedesco. Un portavoce della polizia  ha detto che il sospetto, un tedesco di origine kazaka, sembrava essere in uno stato confuso, il che ha reso difficile interrogarlo.

Ronald Lauder, leader del World Jewish Congress, ha denunciato l’attacco, sottolineando che è avvenuto un anno dopo che due persone erano state uccise dopo che un estremista aveva tentato di assaltare una sinagoga nella città di Halle, nella Germania orientale. “L’attaccante di oggi deve essere ritenuto responsabile così come tutti coloro che si impegnano in qualsiasi espressione di odio o intolleranza”, ha detto. Avichal Apel, presidente della conferenza tedesca dei rabbini ortodossi, ha descritto l’ultimo attacco come un nuovo shock per la comunità ebraica in Germania.

La comunità ebraica di Amburgo celebrava la festa di Sukkot e la sinagoga all’epoca era piena di fedeli, secondo quanto riportato dai media.

L’attacco dello scorso anno alla sinagoga di Halle è avvenuto il 9 ottobre in occasione dello Yom Kippur, la festa più sacra del calendario ebraico. Un sospetto neonazista è attualmente sotto processo per il crimine. Solo il mese scorso, la cancelliera Angela Merkel ha parlato della sua vergogna per l’aumento dell’antisemitismo in Germania, anche se la comunità ebraica ha avvertito che il coronavirus fungeva da catalizzatore fomentando l’odio antiebraico.

I crimini antisemiti sono aumentati costantemente in Germania negli ultimi anni con 2.032 reati antisemiti registrati nel 2019, in aumento del 13% rispetto all’anno precedente.

 

Menu