A Parigi dipinta la scritta “Juif” su una decina di automobili. Fermato un 73enne

juifAncora una volta, l’ennesima, Parigi è teatro di atti antisemiti. La scritta “Juif” (ebreo), dipinta con della vernice bianca, è apparsa lunedì 9 febbraio su una decina di automobili nel XVI arrondissement della capitale. Le automobili erano parcheggiate in Avenue du général Clavery e Avenue Dode de la Brunerie, vicino alla Porte de Saint-Cloud, un quartiere dove non ci sono luoghi di culto ebraici.

Un uomo, sospettato di essere l’autore dei graffiti, è stato fermato ed è attualmente in stato di fermo. Si tratta di un uomo di 73 anni, sposato con una donna ebrea. Scvonosciuto alla polizia francese, secondo quanto riportano i media francesi, non avrebbe a priori il profilo di un jihadista. Gli inquirenti stanno però verificando che l’uomo, che è sembrato molto confuso, non sarebbe anche responsabile di alcuni atti vandalici simili avvenuti nello stesso quartiere in dicembre, prima degli attentati di Parigi.

Un altro episodio davanti all’Hyper cacher
Lo stesso lunedì 9 febbraio, un uomo di 38 anni è stato arrestato perché sospettato di aver cercato di bruciare una bandiera israeliana davanti all’Hyper Cacher in cui erano stati assassinate quattro persone da Amedy Coulibaly. Sembra però che l’uomo “non goda di tutte le sue facoltà mentali”.