La top ten delle migliori start-up israeliane

di Carlotta Jarach

Un'immagine di Mapped of Israel, la mappa delle start-up israeliane
Un’immagine di Mapped of Israel, la mappa delle start-up israeliane

Nuova top ten, sempre a tema tecnologia, sempre Israele protagonista: questa volta è The Time of Israel che ci fa conoscere quelle che sono le dieci idee da tenere d’occhio nel 2015 che si avvicina. E lo fa attraverso il giudizio di Ben Lang, creatore della celebre Mapped In Israel, la mappa illustrata che rappresenta i luoghi in cui si trovano le start-up israeliane, chi le gestisce, e ciò che fanno.Un’opinione di un esperto quindi, e una lista importante da tenere d’occhio, qualora si volesse investire su un progetto promettente.

Quali sono queste idee innovative?Eccole qui sotto elencate:

StoreDot
Siete fuori e all’improvviso il vostro telefono vi abbandona? Niente paura! Una nuova tecnologia messa a punto dagli sviluppatori di StoreDot in collaborazione con l’Università di Tel Aviv utilizza nanopeptidi organici che, fungendo da supercondensatori, ricaricano completamente in 30 secondi il dispositivo, se provvisto di un’apposita batteria. Pronto il prototipo, ad ora poco pratico visto le dimensioni troppo grandi.

PlayBuzz
Il sito ha raggiunto il secondo posto come link più visitato nel mese di Settembre. Si tratta di un insieme di centinaia e centinaia di quiz a cui rispondere e di cui postare l’esito sui social network. Da “quale personaggio Disney sei?” a “qual è il tuo tipo di scarpa”, passando per “assomigli più a Putin o a Obama?”. È possibile crearsi un proprio account e interagire all’interno del sito nell’area Community.

Consumer Physics
Ci sono loro dietro allo scanner ”SCiO”, uno spettrometro da tasca: grande quanto un portachiavi, SCiO permette di rilevare la composizione chimica di qualsiasi materiale. Ideale per gli allergici, permetterà di evitare ogni truffa a proposito di alimenti e piante.

OrCam
La start-up sta sviluppando un dispositivo che consiste in una telecamera intelligente montata sulle asticelle di un paio di occhiali: essa sarà in grado di  riconoscere oggetti e testi per poi poterli sussurrare nell’orecchio. La visione artificiale permetterà ai non vedenti di capire il mondo in un modo nuovo.

Air
Un’app che permette ad amici e conoscenti di guardare video live: una piattaforma che sta letteralmente esplodendo in tutto il mondo, utilizzata anche da giornali e telegiornali per la trasmissione diretta.

SimilarWeb
Con sede a Londra, Tel Aviv, New York e Dubai, l’azienda fornisce servizi di Web analisi per aziende internazionali: utilizza tecnologie all’avanguardia per raccogliere, misurare, analizzare e fornire statistiche sul coinvolgimento degli utenti per siti web e app mobili.

bringg
Vuoi sapere se chi ti sta portando a casa la pizza è rimasto imbottigliato nel traffico? Bringg grazie a un impianto di GPS, previa registrazione e iscrizione, permette di essere avvisati con un SMS dell’avvenuta partenza e dello stato della consegna. Così non si passerà tutto il tempo in attesa che bussino alla porta.

Eatwith
Il miglior piatto è quello fatto in casa: non necessariamente la propria. Ed è così che grazie a Eatwith è possibile usufruire di un buon pasto a casa d’altri o, all’opposto, trasformare la propria in un ristorante. Infatti la start-up amplia il concetto di b&b e permette a chi vuol guadagnare coi propri manicaretti, di postare le relative foto e attendere il suono del campanello di casa.

Roomer
Ogni giorno qualcuno disdice una camera d’albergo per un imprevisto; e sempre ogni giorno qualcun altro è alla disperata ricerca di una soluzione last minute, possibilmente a buon prezzo. Nasce da questa realtà l’idea di Roomer, che attraverso una validazione delle singole segnalazioni ricevute, mette in contatto chi deve rinunciare a un viaggio con chi ha appena fatto le valigie. Così il primo non paga nessuna penale, e il secondo può felicemente partire.

HoneyBook
Un moderno Organizzatore di eventi perché, come dicono gli stessi ideatori sul loro sito internet, “la tecnologia può e sarà un punto di svolta nel modo in cui fornitori e clienti interagiscono”. Un portale semplice e intuitivo, permette di organizzare un qualsiasi evento in assoluto relax, efficientemente e senza troppi intoppi