Lo Sheba Medical Center al nono posto tra i migliori ospedali al mondo

di Paolo Castellano
Israele è al centro delle nuove frontiere della medicina, incluse le attuali sfide legate alla diffusione del Coronavirus. Un’ulteriore conferma di questo predominio scientifico arriva dalla classifica dei migliori ospedali al mondo stilata dal magazine Newsweek. Come riporta Israel National News, 1 marzo la rivista ha riservato il nono posto allo Sheba Medical Center di Tel Hashomer, una località vicino a Tel Aviv, tra le eccellenze ospedaliere del globo.

Una grande soddisfazione per la medicina israeliana che migliora così il suo posizionamento rispetto all’anno scorso, quando aveva ottenuto il decimo posto. Il risultato è molto prestigioso considerando i vicini di classifica come Mayo Clinic, Cleveland Clinic, Toronto General Hospital e altri ancora.

Lo Sheba Medical Center si trova dunque nell’area di Tel Aviv ed è la struttura sanitaria più grande di Israele. All’interno del suo campus si concentra inoltre il 25% di tutta la ricerca clinica israeliana. Nella sua classifica, Newsweek ha poi citato le collaborazioni dell’ospedale con aziende internazionali di farmaceutica e di biotecnologia per sviluppare nuovi medicinali e nuove cure in campo oncologico, cardiologico, neurologico e genetico.

Il prof. Yitshak Kreiss, direttore generale dello Sheba Medical Center ed ex-chirurgo generale dell’IDF, ha espresso tutta la sua soddisfazione per il risultato ottenuto: «Sono felice e orgoglioso per ognuno dei nostri 9.131 dipendenti specializzati e professionisti che ogni giorno pensano fuori dagli schemi. Il continuo avanzamento nelle classifiche ci allinea con i principali ospedali del mondo. Come in ogni situazione, e soprattutto oggi mentre i nostri sforzi nazionali sono concentrati nel curare il Coronavirus, è un privilegio fornire alla popolazione israeliana la migliore medicina al mondo».

«L’elenco è la dimostrazione di un altro eccellente anno per l’avanzamento della medicina, della ricerca scientifica e dell’innovazione a livello mondiale», ha sottolineato Kreiss.

Attualmente lo Sheba Medical Center è la struttura di riferimento per la gestione dell’emergenza Coronavirus in Israele. In questo ospedale vengono applicate le quarantene e le cure per contrastare il virus. Oggi nella struttura sanitaria sono ricoverati i cittadini israeliani infettati sulla nave da crociera Diamond Princess in Giappone. Gli individui con il Coronavirus sono sottoposti a un monitoraggio remoto, attraverso tecnologie molto avanzate, per evitare contagi tra il personale medico.

Menu