Biden ha incontrato Abbas. Promessi 200 milioni di dollari ai palestinesi tramite l’UNRWA

di Paolo Castellano

Dopo aver incontrato i rappresentanti del governo israeliano, il presidente americano Joe Biden si è recato a Betlemme per incontrare il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas. Durante il loro incontro avvenuto il 15 luglio, Abbas ha chiesto che “i responsabili della morte di Shireen Abu Akleh facciano giustizia”.

Il riferimento è alla giornalista dell’emittente Al Jazeera, uccisa l’11 maggio mentre stava seguendo un’operazione dell’esercito israeliano in un campo a Jenin, nel Nord della Cisgiordania. Tra le altre cose, Abu Akleh possedeva la cittadinanza americana.

«È necessario impedire a Israele di sentirsi al di sopra del diritto internazionale», ha aggiunto Abbas. Lo ha riportato Ansa.

Come era prevedibile, la questione israelo-palestinese è stata al centro del colloquio tra Biden e Abbas. Al termine dell’incontro, il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato che i palestinesi meritano uno Stato indipendente. Inoltre, Biden si impegnerà per portare avanti la soluzione a due Stati proposta nel 1967.

«Il popolo palestinese merita un proprio Stato che sia indipendente, sovrano, vitale e contiguo», ha sottolineato Biden, prendendo le distanze dalle dichiarazioni fatte in passato dal suo predecessore Donald Trump.

Tuttavia, Biden ha realisticamente osservato che è difficile affrontare la questione quando in gioco ci sono le preoccupazioni per “la sicurezza dei tuoi figli”. Il recente incontro tra palestinesi e americani dunque rappresenta l’inizio di un nuovo dialogo sul futuro della Regione.

Per di più, il presidente USA ha annunciato che aumenterà il sostegno a economia, sicurezza e assistenza sanitaria dei palestinesi. 200 milioni di dollari verranno depositati nelle casse dell’UNRWA (l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente) e altri 100 milioni per l’assistenza sanitaria dei residenti a Gerusalemme Est.

Infine, Biden ha chiesto ai rappresentanti dell’Autorità Palestinese più trasparenza e lotta alla corruzione.

(crediti foto: account ufficiale Twitter @POTUS)

Menu