Yom Ha Torah: una domenica contro la magia

«In tutta l’Italia ebraica ci si prepara in questi giorni al Yom Ha Torah, una giornata interamente dedicata allo studio della Torah, che ogni anno è finalizzata all’approfondimento di un tema specifico», racconta Rav Roberto Della Rocca, direttore del Dipartimento educazione e cultura dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane.  L’appuntamento, alla sua seconda edizione, prevede che in tutti i  Batè Hakenesset e nelle Scuole ebraiche, nello stesso giorno del 10 marzo,  verrà studiato e approfondito il precetto “Non cercate di indovinare il futuro e non fate magia”. (Vaiqrà 19,26).

«Il tema – continua Rav Della Rocca – è dunque il divieto della premonizione e della magia. La magia, come scrive Emmanuel Lévinas nel suo libro Du Sacré au Saint, sarebbe la parente un po’ decaduta del Sacro che approfitta di questa parentela per costituirsi come maestra dell’apparenza. Lo studio della Torah aiuta nel difficile e impegnativo riconoscimento della sottile distinzione esistente fra ciò che è autentico e ciò che è falso, fasullo. E forse non è un caso che fasullo derivi dall’ebraico pasùl, “improprio”, “difettoso”, “inadatto”, che con pesel, la scultura, l’idolo, altri fratelli gemelli della magia, ha un legame etimologico e semantico inscindibile. Ma l’impresa più difficile resta quella di distinguere il vero da quell’apparenza essenzialmente commista al vero».

Il programma a Milano
Ore 10.00 – 12.30 Scuola via S. Mayer 4/6
Gruppi di studio Avòt Uvanim, “Genitori e figli” con le tre Scuole ebraiche di Milano (Elementari e Medie) (Coordina D. Cohenca)
Lezioni per Liceali a cura di rav A. Arbib, rav R. Della Rocca, rav Y. Hazan, D. Cohenca, G. Cannaruto
Ore 15.00 – 17.00 Gruppi di studio sui testi
Magia e Idolatria – M. Ottolenghi
Donne e Magia – G. Bekhòr
Il Cohen gadol: Mago e alchimista? – A. Sassun
Mashiach e Golem. Aspettare il futuro o fabbricarselo? Lezione/laboratorio teatrale con M. Camerini. (Un momento di studio delle fonti seguito da alcuni semplici esercizi di lettura teatrale).

Ore 17.00 Minchà
Ore 17.15 “Non c’è divinazione in Giacobbe, né magia in Israel…”
Introduce e coordina rav R. Della Rocca
Intervengono: H. Baharier – rav A. Arbib
Ricordo di rav Raffaele Grassinia cura di rav E. Richetti
Ore 19.00 Arvìt con Izkòr e Kaddish in memoria di rav Raffaele Grassini z.l
Ore 13.00 – 18.00 Giardino della Scuola
Giochi, animazione e creatività artistica per i bambini a cura dell’assessorato ai giovani della CEM e del Benè Akiva
Chiddòn – Quiz di Torah con premiazione finale per i bambini dai 6 ai 12 anni
Ore 21.00 Yom Hatorah Ugei Milano
Tempio Centrale di via Guastalla, 19. Lezione e cena. Rav A. Arbib e rav R. Della Rocca.

La frequenza alle lezioni e agli incontri è riservata agli iscritti alla Comunità.

Menu