Adam Laloum e Boris Bloch alla terza edizione di PianoSofia

Dal 1° al 8 ottobre prossimo a Milano si terrà la terza edizione di PianoSofia, festival di musica e pensiero nato nel 2020 per iniziativa dei musicisti milanesi Luca Ciammarughi e Silvia Lomazzi.

Il Festival propone incontri con esponenti del pensiero filosofico e psicanalitico ed esecuzioni pianistiche affidate sia a importanti nomi del concertismo internazionale sia a giovani interpreti promettenti.

Il Festival 2022 ospiterà, tra gi altri, due straordinari pianisti ebrei che raramente si ascoltano in Italia: Adam Laloum e Boris Bloch.

Adam Laloum

Trentacinquenne nativo di Tolosa, vincitore del concorso “Clara Haskil” nel 2009, Adam Laloum è un pianista di estremo interesse e non frequente ascolto in Italia.

Laloum si fa notare per l’incredibile profondità interpretativa nel repertorio romantico tedesco, e che fa di lui un erede non solo di grandi connazionali come Yves Nat e Yvonne Lefébure ma dello stesso Radu Lupu, tra i maggiori protagonisti in questo repertorio.

Laloum nelle sue letture restituisce tutto il senso della Sehnsucht, tra struggimento intimo e pregnanza espressiva. Schumann, Schubert e Brahms costituiscono i tre compositori a cui il pianista francese si è maggiormente dedicato, venendo riconosciuto dalla critica come uno dei grandi alfieri attuali di questo repertorio.

Nel concerto per Pianosofia Laloum presenta un programma che, attraversando 80 anni di musica viennese, stabilisce un filo rosso fra la visionarietà dell’ultimo Schubert (Sonata D960) e quella del primo Berg (Sonata).

Sabato 1° ottobre alle 21 alla Casa degli Artisti in Corso Garibaldi 89/A a Milano. Biglietti a 15 Euro in vendita sul sito www.pianosofia.it .

Boris Bloch

Boris Bloch è nato a Odessa nel 1951, ha studiato al Conservatorio di Mosca con Tatyana Nikolaeva e Dimitri Bashkirov. Nel 1978 vince il Primo Premio del Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano.

Residente in Germania, Bloch si esibisce regolarmente nelle principali sale da concerto europee e tiene abitualmente masterclass.

Il critico letterario Marcel Reich-Ranicki ha descritto il pianista russo Boris Bloch come un “poeta in tempesta”. Nelle sue interpretazioni Bloch dimostra che non è solo un ardente creatore di suoni, ma soprattutto un appassionato ricercatore della verità”

Nel concerto per Pianosofia Bloch presenta un programma con musiche di Mykola Vitalijovyč Lysenko (Elegia), Wolfang Amadeus Mozart (Sonata in Do maggiore K 309) e Fryderyk Chopin (Polacca in fa diesis minore op.44, sei studi op. 25 e lo Scherzo n.1 in si minore)

Martedì 4 ottobre alle 21 alla Casa degli Artisti in Corso Garibaldi 89/A a Milano. Biglietti a 15 Euro in vendita sul sito www.pianosofia.it .

In allegato il il programma del festival PianoSofia 2022.

Altre informazioni sul sito www.pianosofia.it