La dieta per stare in forma anche a Pesach

di Naomi Stern

mazzàPesach è ormai alle porte. Insieme a tutte le madri di famiglia che già da mesi pensano a come fare per sfamare decine e decine di bocche per otto lunghi giorni, la preoccupazione ha colpito anche un uomo: il professor Jesse Lachter del Rambam Hospital, uno dei migliori gastroenterologhi di tutta Israele.

Sapendo come gli alti livelli di sale, grassi e calorie comportino rischi per la salute, il Professor Lachter ha fatto notare come nei giorni di Pesach gli ebrei possano essere particolarmente a rischio. Ha quindi pubblicato una lista di cinque suggerimenti per superare le feste restando in buona salute.

Il Professor Lachter ha esortato gli ebrei di tutto il mondo a monitorare attentamente le loro abitudini alimentari durante gli otto giorni di Pesach. Quindi, ecco a cosa prestare attenzione da venerdì sera fino alla fine di Pesach (ma sono regole estendibili anche al resto dell’anno).

1. Può sorprendere, ma la matzah è un cibo terribilmente calorico. Ha infatti il doppio delle calorie del pane! Non fatevi quindi ingannare dal suo peso-piuma.

2. La matzah è un alimento molto problematico per l’intestino: spesso può portare a costipazione e può creare diversi disagi. Aumentando la nostra assunzione di acqua durante Pesach potremo evitare questo effetto collaterale indesiderato. Oltretutto, abituarci a bere molta acqua è un’ottima abitudine e seguirla anche finiti gli otto giorni di festa può essere una buona prassi in vista dei mesi estivi.

3. Il seder pasquale può essere un pasto straordinariamente pesante, e non è un grande momento per iniziare a contare le calorie. Tuttavia, per bilanciare, almeno in parte, il pasto, evitando contestazioni da parte dei vostri ospiti, basterà cucinare qualche verdura cotta o guarnire i piatti con della verdura cruda, fresca e croccante.

4. Con delle pietanze così deliziose di fronte a noi è quasi impossibile riuscire a trattenersi. Anche il grande studioso del 12’ secolo Maimonide, dal quale il Rambam Hospital prende il nome, ha scritto parole in merito a come comportarsi durante i sedarim: “Prendetevi il vostro tempo e mangiate finché non vi sentite sazi a 2/3. Quindi rilassatevi. Vi sentirete presto soddisfatti e sazi. Godetevi le vostre prelibatezze pasquali, ma con moderazione”.

5. I giorni di ferie sono un’ottima occasione per fare qualche esercizio. E allora forza, usciamo di casa e iniziamo il nostro training!