Bioetica: ebrei, cattolici, non credenti a confronto

Opinioni

Eutanasia, aborto, fecondazione assistita, dignità della vita, testamento biologico, trapianto degli organi, sono alcuni dei temi della bioetca di cui più di frequente si parla sui giornali, in televisione. Sono anche quelli su cui spesso le idee, le posizioni portano a dolorose spaccature in seno alla società civile e politica: il caso di Emanuela Englaro due anni fa, da questo punto di vista, è stato esemplare; il dibattito, gli interrogativi che più di recente, si sono aperti all’indomani della “dolce morte” scelta con piena consapevolezza dal giornalista Lucio Magri, sono un’ulteriore testimonianza di come questi temi e queste vicende ci colpiscano fino a mettere in dubbio, in alcuni, le certezze più profonde.

Il modo in cui mondo laico e mondo religioso – ebraico e cattolico – affronta le questioni della bioetica è l’argomento di discussione proposto dall’Associazione Amici di Israele nell’ambito delle iniziative organizzate dalla sinagoga Beth Shlomo,  “A Tempio aperto”.

Bioeticaebreicattolici e non credenti a confronto è infatti il titolo dell’incontro che si terrà mercoledì 29 febbraio, alle 20.45, presso il tempio Beth Shlomo di corso Lodi a Milano.

Il ciclo di incontri “A Tempio aperto” ha l’obiettivo di far conoscere meglio la cultura e il pensiero ebraico. “Dopo il lancio delle lezioni di ebraico aperte a tutti i milanesi e il grande successo delle serate tematiche mensili (che hanno visto l’intervento di personalità come Massimo Cacciari, oltre ai concerti musicali e alle serate sull’umorismo yiddish), continuiamo a spalancare le porte della nostra Sinagoga a tutti i milanesi, per incontrarli e confrontarci” ci spiega Davide Romano, portavoce della sinagoga ed editorialista de “La Repubblica”.

Nel caso della serata dedicata alla bioetica, si tratta di illustrare e poi mettere a confronto le posizioni dell’ebraismo con quelle del mondo cattolico e anche del mondo dei non credenti.

Per questo, insieme al rabbino Moshe Lazar, interverranno il filosofo della scienza, docente dell’Università Statale di Milano, Giulio Giorello, e il presidente del Movimento per la Vita Ambrosiano, docente dell’Università Europea di Roma,  Paolo Sorbi. A moderare gli interventi, Davide Romano.

Tempio Beth Shlomo
C.so Lodi, 8/c
ore 20.45
Ingresso libero

Menu