Poeti d’Israele al Festivaletteratura di Mantova

Libri

Tali Latowicki e Shimon Adaf.

Nel corso di due importanti appuntamenti, in programma per il 5 e 6 settembre, i giovani poeti israeliani Tali Latowicki e Shimon Adaf, pubblicati per la prima volta in Italia nelle antologie Forte come la morte è l’amore edita da Salomone Belforte e tradotta da Sara Ferrari, e Poeti Israeliani edita da Einaudi e tradotta da Ariel Rathaus, incontrano il pubblico del Festivaletteratura.

Shimon Adaf, nato a Sderot nel 1972 da una famiglia di origine marocchina, è poeta, musicista ed editore. Autore di due raccolte di liriche, è stato insignito del premio letterario del Ministero dell’Educazione israeliano e ha fondato il movimento Ev, con i fine di creare un nuovo linguaggio poetico tra la scrittura classica e l’ebraico moderno.

Tali Latowicki, nata nel 1976, è poetessa, pianista e critico letterario. Le sue poesie compaiono spesso sulle riviste di settore, i suoi saggi critici sono stati pubblicati sul quotidiano Haaretz. Attualmente lavora come redattrice per la collana Saggio critico edita dall’Università Ben Gurion.

Venerdì 5 settembre alle ore 19.15, presso il Chiostro di San Barnaba, Shimon Adaf e Tali Latowicki converseranno con Sara Ferrari nel corso dell’incontro “Lungo il tempo di aspettarti”: i tremila anni della lirica d’amore ebraica raccontati nell’antologia Forte come la morte è l’amore in un percorso che attraversa l’Europa e Israele, e che tuttora sta continuando.

Sabato 6 settembre, alle 11.30, sempre al Chiostro di San Barnaba, i due giovani poeti verranno introdotti da Daniele Piccinni nel reading Solo luoghi senza amore hanno in sorte un amore totale, che avrà l’intento di esplorare l’immediatezza linguistica ed espressiva della poesia israeliana moderna.

Per informazioni dettagliate www.festivaletteratura.it

Menu