27 gennaio 2013: dedicato a chi ebbe il coraggio di opporsi

Eventi

Combattenti della Resistenza Ebraica catturati da truppe delle SS durante la rivolta del ghetto di Varsavia. Varsavia, Polonia, 19 aprile-16 maggio 1943 (Foto:United States Holocaust Memorial Museum)

“Il coraggio di resistere”, è questo il tema attorno a cui si imperniano quest’anno le iniziative del  Giorno della Memoria. Lo hanno annunciato ieri il presidente dell’UCEI Renzo Gattegna, e il direttore del Museo della Shoah di Roma, Marcello Pezzetti  insieme al ministro per l’integrazione e la Cooperazione, Andrea Riccardi, nel corso della conferenza stampa indetta dal Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in ricordo della Shoah, della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

“Abbiamo deciso di focalizzare la nostra attenzione su coloro che hanno avuto la forza e il coraggio di opporsi attivamente al nazismo” ha detto il presidente dell’UCEI Gattegna. “La testimonianza del Ghetto di Varsavia dimostra che gli ebrei non si sono fatti portare passivamente alla morte e il loro fu l’esempio di chi decise di morire con le armi in pugno pur sapendo che la morte era sicura”.

I ribelli del ghetto, ma anche i partigiani, gli eserciti alleati, i “Giusti”, e tutti coloro che, in vario modo, con le proprie armi, si sono opposti ed hanno resistito alla barbarie, tutti essi sono espressione della Resistenza messa in atto contro il nazismo e ad essi è dedicato il prossimo 27 gennaio.

Marcello Pezzetti ha ricordato che se la rivolta del Ghetto di Varsavia – di cui ricorre quest’anno il settantesimo anniversario – è l’episodio più noto di resistenza ebraica all’oppressore nazista, altri ce ne sono, meno noti ma altrettanto importanti come quelli che si sono verificati all’interno dei campi di concentramento di Treblinka e Birkenau.

Sul tema della resistenza, del coraggio di opporsi, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha organizzato per il 24 gennaio ( Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio, ore 15.00) una tavola rotonda dedicata proprio a “Il coraggio di resitere”  alla quale parteciperanno il Ministro Riccardi, Marcello Pezzetti, Meir Lau, rabbino capo di Tel Aviv, David Silberklang del Memoriale Yad Vashem, e Michele Sarfatti direttore della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano.

Fra le iniziative per il 27 gennaio 2013 patrocinate dal Comitato di Coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah: la mostra “1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una Storia” a cura della Fondazione CDEC di Milano, allestita alla Reggia di Caserta dal 27 gennaio all’11 febbraio; la cerimonia di inaugurazione del Memoriale della Shoah di Milano – Binario 21 (domenica 27 gennaio, ore 10.45) e la presentazione in contemporanea con Gerusalemme dell’edizione italiana del volume “To bear witness” (trad. it.: “Testimonianza. Memoria della Shoah a Yad Vashem”) curato da Bella Guttman e Avner Shalev del Museo di Yad Vashem, con un saggio sulla Shoah in Italia di Liliana Picciotto.

Menu