La nuova aula “Rivka Benatoff”

di Roberto Zadik

Aula Benatoff
Martedi 16 giugno è stata inaugurata la nuova aula “Rivka Benatoff” dedicata da Cobi Benatoff, presidente onorario della Fondazione Scuola, alla «mamma Becca che è stata una parte importante della nostra famiglia».  Il locale, come ha specificato Claudia Bagnarelli, coordinatrice delle classi elementari della scuola, «si trovava in uno stato pietoso e ci sono voluti diversi mesi per ristrutturarla, ma grazie a una generosa donazione della famiglia Benatoff questo è stato possibile». Presenti alla cerimonia di inaugurazione diversi membri delle istituzioni comunitarie.  Fra questi i copresidenti, Milo Hasbani e Raffaele Besso, l’ex presidente Walker Meghnagi e l’ex vicepresidente e assessore alla cultura, Daniele Cohen, il Rabbino Capo Rav Alfonso Arbib,  il vicepresidente Ucei Roberto Jarach, il segretario generale Alfonso Sassun, l’assessore alle Scuole Davide Hazan e, per la Fondazione scuola, oltre allo stesso Benatoff, past-president anche della Comunità, Marco Grego e Michele Sciama. Dopo i convenevoli e prima del gustoso buffet preparato da Paula Halwani, di Snubar,  si è passati ai discorsi. A cominciare da Rav Arbib  che ha sottolineato come «l’inaugurazione di un’aula della scuola è un momento fondamentale per tutti noi. La nostra scuola segna il passaggio fra le generazioni. Grazie per questa donazione, per aver offerto quest’aula».

Dopo le parole del Rabbino Capo, è stata svelata la targa fuori dall’aula con la scritta in ebraico “Rifka Benatoff”; Cobi Benatoff ha ricordato questa esponente della sua famiglia: “C’è stata sempre vicino, nonna Becca, Rivka. Noi tutti la ricordiamo con tanto amore. La nonna era una palestinese di lunga data, figlia dei primi immigrati in Palestina, alla fine dell’Ottocento. Era una donna solida, pacata, che diceva le cose in modo tranquillo e che ha cercato di mantenere le tradizioni e la famiglia unita per tutta la vita. Era una personalità molto forte, che dopo la morte di papà ha dimostrato ancora di più il suo grande carattere. Ci fa piacere –  ha aggiunto Benatoff – ricordarla e onorarla così, donando alla comunità questa aula che ne porta il nome». Da ultimo ha parlato anche il presidente Milo Hasbani. «Ringrazio sentitamente – ha detto – la famiglia Benatoff per questa donazione, da parte mia e di tutte le istituzioni ebraiche, per questa aula dedicata alla nonna, alla mamma e a tutta la sua famiglia e destinata alla scuola e alla nostra comunità.  Invito i nostri iscritti e le loro famiglie a fare la stessa cosa dei Benatoff, a dare aule e borse di studio a nome dei loro cari».