Addio a Emanuele Cohenca z”l, per decenni
un pilastro della Comunità di Milano. Scrivi il tuo saluto

di Redazione
Emanuele Cohenca, sia il suo ricordo benedizione, lascia un grande vuoto nella Comunità ebraica di Milano, della quale per diversi decenni è stato un esponente attivissimo e instancabile, nei ruoli di consigliere e assessore della Comunità, ricoperti per molti anni. La sua particolare attenzione e il suo impegno sono stati dedicati soprattutto al Culto, ai Servizi Sociali e ai Giovani, che ha sempre considerato il fulcro della Comunità, insieme al grande amore per Israele. Educazione, rispetto del prossimo, amore per la Kehillà e per Israele lo hanno sempre contraddistinto, insieme a un tratto gentile che lo rendeva capace di entrare in sintonia con tutti.

La perdita di Emanuele Cohenca z”l è un gravissimo lutto per la Comunità Ebraica di Milano. Persona intelligente, umile, sorridente, sempre con la battuta pronta e grande lavoratore. Preciso in tutte le cose che faceva, trattava tutti con rispetto senza mai mancare nei confronti di qualcuno.
Avevamo sentito solo l’ultimo 25 Aprile la sua testimonianza di quando bambino si era ritrovato a fare tefillà nella sinagoga di Via Guastalla bombardata, il primo Shabbat dopo la liberazione. Da allora il suo legame con la Comunità è stato incessante, qualcuno lo ricorderà leggere l’Aftarà di Jona ogni Kippur in Guastalla, altri lo ricorderanno come attivo nel Bené Berith e nella commissione Servizi Sociali della nostra Comunità.
Ci piace ricordarlo come Vice presidente, Assessore al Culto o consigliere della Comunità, sempre saggio e pacato con un occhio di riguardo per tutte le fasce deboli della nostra Kehillà.
Il Consiglio della Comunità insieme al suo Presidente, al Rabbino Capo e al segretario generale lo ricorda con affetto e con la speranza che molti ne possano seguire le orme nella strada dell’occuparsi dei Zorchè Zibur ( necessità della collettività).

Joe Abeni, presidente del Bené Berith Milano, così lo ricorda: “Emanuele è stato un Fratello del Bené Berith Milano dal 1968 e Presidente della nostra Loggia dal 1974 al 1976. Lo voglio ricordare per l’entusiasmo nell’osservanza delle mitzvot e nell’approfondimento della cultura ebraica. Con queste qualità diventò uno dei pilastri dell’assistenza ai bisognosi, dell’organizzazione del culto e dell’azione fraterna non solo nel Bené Berith”.

 

Una composizione di Emanuele Cohenca sul Comitato dei Servizi Sociali che svela una vena scherzosa e sensibile

Un saluto dagli amici

Cecilia e Davide  Nizza Un periodo molto doloroso quello che stiamo vivendo. Molti amici ci hanno lasciato. Ora ci giunge la notizia della morte di Emanuele Cohenca (z”l), una persona che si è distinta per l’impegno profuso nella vita comunitaria. Ma per la nostra famiglia, Emanuele e Bona sono stati soprattutto cari amici cui ci ha unito un profondo legame. A Bona, Davide, Daniele, Debora, alla sorella Lina e a tutte le loro famiglie esprimiamo con affetto tutto il nostro profondo cordoglio. Cecilia e Davide Nizza con Anna, Micol, Sharon, Michel.

Beniamino Lazar Con profondo dolore veniamo a sapere della scomparsa dell’amico Emanuele per anni amico e punto di riferimento non solo della nostra famiglia ma anche del Tempio italiano di Gerusalemme. A Bona ai figli tutti, a Deborah le nostre più sentite condoglianze. Beniamino e Angela

Cheryl Bradfield-Eman Emanuele dedicava la sua vita alla sua bella famiglia e alla sua amata comunità. Era un uomo molto stimato da tutti e ha lasciato un ottimo nome. Un grande Tzadik, si è sempre comportato con kiddush HaShem.

Claudio Gabbai condoglianze a voi Davide, Daniele, Deborah e a vostra mamma.
Ho avuto la fortuna di lavorare con Emanuele per 4 anni ai servizi sociali della Comunità, un uomo di grande valore, ho imparato molto da lui, mancherà a tutta la Comunità.

Dolfi Diwald Un caro ricordo a chi per tanti anni mi è stato vicino, dai tempi del Nostro Club fino al centro sociale Maurizio Levi, avendo sempre a cuore in particolare i giovani della nostra Comunità.

Daniela Zippel Ho lavorato per anni in Consiglio ed in commissione con Emanuele. Non una volta che abbia alzato la voce o che non avesse usato garbo, educazione, gentilezza. Un abbraccio alla Signora Bona e a Davide e Daniele. Baruch Dayan Haemeth. Che la sua Neshamà possa avere una pronta Aliyà.

 

 

(Nella foto: Attestato dei Giusti ai signori Ghelli. Da sinistra: Vittorio Ghelli, Emanuele Cohenca,  Bona Cohenca, Bianca Ghelli. Tratta dal libro di memorie Fate largo che passa Mordekhai Una famiglia ebrea a Milano durante la guerra)

Articolo precedente
Addio a Rav Aron Tenenbaum, mancato all’età di 96 anni
Articolo successivo
Addio a Manoucher Kashanian, per anni guida della Kehillah Noam dei Persiani di Milano

5 Commenti. Nuovo commento

  • Bruno Fano
    4 Giugno 2020 16:08

    Apprendo con profondo dolore della scomparsa di Emanuele,caro cugino e per me simbolo ispiratore di umana grandezza e positività. Un grande abbraccio a Bona,Lina Daniele Deborah con Davide. Il suo ricordo mi accompagnerà sempre.Bruno Fano.

    Rispondi
  • Gadi Polacco
    4 Giugno 2020 19:52

    Onorato di averlo conosciuto, potendone così apprezzare la sua statura umana e morale .Z.L.

    Rispondi
  • Rita Ben Jehuda
    4 Giugno 2020 23:18

    Ho avuto il piacere di percorrere la mia esperienza come consigliera in Comunita’ per diversi anni con Emanuele, così voleva che lo chiamassi, una persona unica, semplice ma pieno di buoni valori e desideroso di fare del bene a tutti. Che il suo ricordo sia di Benedizione, un abbraccio alla famiglia Cohenca

    Rispondi
  • Fiona Diwan
    7 Giugno 2020 10:33

    La sua presenza benevola e accogliente, i suoi modi pacati e cortesi, la sua preoccupazione per il prossimo, sempre. Emanuele Cohenca ci mancherà, un abbraccio alla famiglia Cohenca,
    Baruch Dayan HaEmet

    Rispondi
  • Sandro Lopez Nunes
    7 Giugno 2020 19:45

    ci conoscevamo da 75 anni , dall’epoca di via Unione, sede allora della nostra Comunità e di tutti gli enti ebraici. E’ sempre stato una persona calma, pacata, bonaria, generosa e pia, profondamente onesta, un amministratore della Comunità intelligente e di sicuro affidamento. Alla moglie, ai figli, a tutta la famiglia le mie più sentite condoglianze. SANDRO LOPEZ NUNES

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu