MDA: innovazione costante, proiettata nel futuro

di Sami Sisa*

Tra il 27 e il 30 ottobre si è svolto in Israele il congresso delle Società Amiche del Magen David Adom (MDA) in tutto il mondo. È un’occasione annuale che permette a AMDA Italia di confrontarsi con le altre Società e raccoglierne le esperienze.
Quest’anno la riunione è avvenuta “on the road” permettendoci di visitare le realtà di MDA sul campo. Prima di tutto abbiamo potuto constatare l’avanzamento della costruzione della nuova Banca del Sangue a Ramle; siamo al completamento del terzo piano interrato e all’inizio della costruzione dei piani non sotterranei. È uno spettacolo! La nuova costruzione, il cui completamento è previsto per il 2020, garantirà una serie di servizi super avanzati alla popolazione e un grado di sicurezza massima per un’istituzione basilare per la sopravvivenza d’Israele.
Abbiamo visitato il rinnovato Centro Logistico Nazionale di Kyriat Ono, uno straordinario esempio di tecnologia e professionalità richiesto a MDA da molti Paesi. Si ricevono le chiamate di soccorso al 101 da tutto il Paese e si provvede all’arrivo di soccorsi nel tempo minimo, mentre i risponditori danno le prime istruzioni collegandosi anche via video. Durante la visita alla giovane città di Modiin (in pochi anni 100.000 abitanti, per lo più giovani) è stata inaugurata dal sindaco Bivas la nuova stazione di MDA che contiene anche un’aula per l’addestramento di nuovi infermieri e paramedici. Inoltre in una delle piazze della città si è svolta un’esercitazione che coinvolgeva mezzi donati quest’anno da tutto il mondo tra cui le due moto mediche dei donatori italiani. Una dimostrazione mozzafiato di efficienza. Grazie a voi il nostro lavoro a favore di tutta la popolazione d’Israele continua, dopo il Congresso, con accresciuta motivazione e grandi aspettative.
*presidente AMDA

Menu