Nasce il gruppo F205J, per aggregare tutti i giovani della Comunità ebraica

di Redazione
Si chiama F205J ed è un nuovo gruppo di giovani della comunità ebraica di Milano che, a stretto contatto con l’Assessore ai giovani Ilan Boni, si è dato il compito di organizzare eventi e iniziative che aggreghino tutti i giovani ebrei della comunità.

Tutto nasce dall’idea che Daniel Saada (a destra nella foto), 23 anni, ha avuto l’anno scorso quando, mentre era per due mesi a Londra, è andato con gli amici ad uno shabbaton organizzato da un ente il cui scopo è proprio mettere in piedi eventi per giovani ebrei in giro per Londra.
“Quel shabbat mi aveva molto colpito, perché era uno dei primi che passavo con così tanti giovani che parlavano e stavano insieme – spiega a Mosaico Bet Magazine -. Quando sono tornato a Milano, l’idea di organizzare qualcosa per questa comunità era sempre più forte, ma non avevo aiuti e non sapevo bene a chi chiedere”.

Nel settembre del 2022, Daniel contatta il segretario generale Alfonso Sassun e con il suo appoggio entusiasta decide di  prenota la sala Segre del tempio italiano per uno shabbaton il 16 settembre, che, grazie anche all’aiuto organizzativo di Ilan Cohen (nella foto a sinistra), richiama 85 giovani. Un successo.

Da sinistra, Gavriel Arippol, Daniel Saada, Ilan Cohen, Orazio Di Gregorio e Ilan Boni

“Dopo questo grande successo, io e Ilan decidiamo di iniziare a pensare più in grande per questa comunità, perché pensiamo che la comunità voglia fare davvero tanto per i giovani, ma anche noi giovani ci dobbiamo mostrare desiderosi e disponibili a organizzare attività – continua Daniel Saada -. Iniziamo quindi a parlare con Ilan Boni, Assessore ai giovani, per capire veramente le potenzialità e la voglia da parte della comunità di fare qualcosa di vero e di concreto. Ci diamo poi un nome: F205J, dove F205 è il codice fiscale che rappresenta il comune di Milano, e J sta per Jewish”.

Il primo vero evento di F205J è un shabbaton durante Sukkot, venerdì 14 ottobre, e anche questo un vero successo. “Avevamo prenotato il cibo dal catering per 100 persone, ma abbiamo dovuto aumentare il numero perché avevamo molte più iscrizioni!” – spiega Daniel -. Fondamentale è stato l’aiuto della comunità e di altri giovani, come Gavriel Arippol, Leo e Yosef Sassun che hanno dato una grande mano per la preparazione”.

I tavoli apparecchiati per lo Shabbat in Sukkà

 

Per il mese di novembre, il gruppo ha poi deciso di organizzare una festa in collaborazione sia con Ugei che con OGL, con un unico, condiviso obiettivo: far sì che i giovani si possano conoscere e stare insieme per creare qualcosa di nuovo.

“F205J è un nuovo progetto ma a lungo termine e sono molto felice di quello che sta nascendo – commenta soddisfatto Daniel Saada -. Abbiamo tutti bisogno che i giovani portino avanti questa comunità con intelligenza e passione. Ci saranno tanti eventi e tante novità in arrivo, stay tuned!”.