Attualità e news

Un congresso oltre i confini

Mondo

piccola come quella degli ebrei italiani il momento di stretto rapporto con le altre realtà ebraiche e con gli altri organismi internazionali è indispensabile

Dalla Notte dei Cristalli al nuovo centro ebraico di Monaco

Mondo


questo edificio a Gerusalemme, sarebbe una grande festa”. Niente di strano, in questa affermazione, se non si parlasse di sinagoghe, se a parlare non fosse il rabbino capo aschenazita di Tel Aviv ed ex rabbino capo israeliano, Israel Meir Lau, e soprattutto se queste parole non fossero state pronunciate nel centro di Monaco di Baviera, la città della Germania meridionale dove la furia nazista prese le mosse, la comunità ebraica fu decimata e la grande sinagoga della città fu rasa al suolo per prima con un’azione che diede inizio alla fase finale delle persecuzioni.

Vercelli. 1856-2006

Mondo

: sono trascorsi 150 anni da quando l’Università israelitica
di Vercelli ospitò nell’antica sala del Collegio Foa (fondata nel 1829 che formò autorevoli rabbini), l’assemblea delle Comunioni israelitiche piemontesi. I delegati deliberarono sul
progetto di legge che doveva regolare le Università israelitiche

Israele, il nostro progetto, il nostro specchio

Israele


ebraica e soprattutto per il nostro rapporto con lo Stato di Israele, quelle che stiamo attraversando sono giornate del tutto particolari.
A Milano la grande mostra Omanut allestita a Palazzo Reale e tutte le altre manifestazioni collaterali offrono a noi come a moltissimi altri cittadini l’occasione di apprezzare quale incredibile patrimonio di cultura e di creatività sia stato possibile far crescere sulla base del progetto sionista. Non si smette mai di stupirsi come una realtà tanto piccola, una società costruita essenzialmente da reduci degli orrori della Shoah e sempre costretta a restare sulla difensiva, sempre minacciata nella propria sopravvivenza, abbia potuto creare tanto e tanto regalare alla tormentata regione del Medio Oriente e al mondo in generale.

Un monumento per le vittime di Babi Yar

Mondo

La commemorazione delle vittime si è svolta ai piedi di un monumento che ricorda l’accaduto. Sono stati portati fiori da esponenti politici e da veterani dell’Armata Rossa; sono seguite preghiere da parte di un rabbino e di preti ortodossi. Tra i numerosi discorsi, quello del rabbino capo di Tel Aviv che fu prigioniero a Buchenwald

Alla Radio: Israele in Europa

Israele


del 26/9 condotta da Massimo Teodori, con Pannella, Elazar Coen (dell’ambasciata) e i senatori Furio Colombo e Luigi Compagna verteva sulla questione di un eventuale ingresso di Israele nell’Unione Europea, che è un’antica idea

European Partnership Blockade Mission San Pietroburgo

Mondo

“Tutti i figli d’Israele sono responsabili l’uno dell’altro”. Ho recentemente avuto il grande onore di rappresentare l’Unione delle comunità ebraiche italiane in una missione organizzata dal JDC (The American Jewish Joint Distribution Commitee) a San Pietroburgo. Scopo della nostra visita è stato conoscere l’ottimo lavoro

Menu