Walker Meghnagi e Ucei: la solidarietà degli ebrei italiani al popolo ucraino

Mondo

di Redazione

Anche le istituzioni ebraiche italiane sono intervenute per condannare l’invasione russa dell’Ucraina.

Walker Meghnagi, Presidente della Comunità Ebraica di Milano, ha detto: “La Comunità Ebraica di Milano esprime la sua vicinanza all’Ucraina condannando fermamente l’attacco militare russo ai danni della sua popolazione. Uno sfregio ai valori democratici, alla libertà e alla pace di cui per anni abbiamo goduto e che dobbiamo continuare a difendere in nome della vita umana che mai avremmo voluto vedere ancora oggi minacciata dalla guerra. Siamo vicini a tutta la popolazione ucraina e alla Comunità ebraica, pronti ad accogliere e dare il nostro sostengo a chi si trova coinvolto in una situazione che non avremmo mai voluto vedere.
Le conseguenze di questa aggressione non sono al momento ancora prevedibili, ma di certo non possono essere minimizzate. Il nostro auspicio è che all’abuso della forza possa sostituirsi il più presto possibile il dialogo e la diplomazia”.

E nel comunicato dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane si legge che “condanna con forza l’aggressione russa ai danni dell’Ucraina e della sua popolazione civile che si sperava in ogni modo di evitare. Siamo in presenza di una prepotente violazione del diritto internazionale che rischia di far precipitare non solo la regione orientale, ma tutta Europa, in un dramma senza via d’uscita, demolendo decenni di sforzi di costruzione di pace che per nulla era scontata e inevitabilmente, con grande preoccupazione, rievocando quanto accadeva nel settembre ’39.
In queste ore di terribile angoscia siamo vicini al popolo ucraino, alle comunità ebraiche in Ucraina e a tutti coloro che soffrono per gli effetti di quello che è, a tutti gli effetti, un attacco contro l’Europa stessa, i suoi valori e fondamenti, pronti ad offrire supporto e solidarietà”.

Menu