Le “sufganiot Abu Dhabi” che celebrano la pace tra Israele e Emirati Arabi Uniti

Mondo

di Paolo Castellano

Dopo il riavvicinamento tra Israele e Emirati Arabi Uniti, sono fioccati i grandi e i piccoli gesti di condivisione tra le due popolazioni. Un esempio la Chanukkia sorta ai piedi del grattacielo Burj Khalifa di Dubai o l’orologio ideato da un imprenditore israeliano per festeggiare gli Accordi di Abramo.

L’ultima manifestazione di riconoscenza arriva invece da una pasticceria di Gerusalemme che ha creato la “ciambella Abu Dhabi“. Il nome della nuova prelibatezza deriva dalla capitale degli Emirati Arabi Uniti ed è un dolce che in ebraico si chiama “sufganiyah”, molto apprezzato e consumato durante Channukà.

Come riporta il Jerusalem Post, la “ciambella Abu Dhabi” ha un denso ripieno di crema a base di datteri, provenienti dalla comunità ebraica degli Emirati Arabi Uniti, e una corona di torrone decorata con una foglia d’oro edibile.

Gli autori di questa inedita sufgania sono una coppia di pasticceri israeliani, marito e moglie, Itzik e Karen Kadosh che hanno elaborato un modo personale per celebrare la pace e gli Accordi di Abramo siglati tre mesi fa da Israele, Emirati Arabi Uniti e Bahrein. Al momento queste particolari ciambelle si trovano in vendita nel loro negozio Cafe Kadosh.

Ogni anno i due pasticceri si divertono a inventare nuovi dolci per Channukà e in questo periodo si sono ispirati alla politica mediorientale. «Vogliamo rendere omaggio ad Abu Dhabi e alla pace nella Regione», ha detto Itzik Kadosh all’AFP.

Menu