Antisemitismo, inaugurata negli Usa un’alleanza tra ebrei e ispanici per combattere l’odio nei media

Mondo

di Paolo Castellano

La scorsa settimana Fuente Latina, importante organizzazione pro-Israele senza scopo di lucro di Miami, ha lanciato l’iniziativa Latin-Jewish Media and Entertainment Alliance per combattere la disinformazione e l’odio nei confronti delle persone di origine ebraica e ispanica.

«Negli ultimi anni, sia gli ispanici che gli ebrei sono stati oggetto di disinformazione e discriminazione. Ciò è avvenuto sia nei media tradizionali che sulle piattaforme online», dichiara Leah Soibel, amministratore delegato e fondatrice di Fuente Latina.

«Il rancore digitale sfocia spesso in azioni mortali», avverte Soibel. «Queste violenze si sono manifestate di nuovo e tragicamente lo scorso 4 luglio a Highland Park, una città con un’elevata popolazione di ispanici ed ebrei, dove sono stati assassinati degli membri innocenti di entrambe le nostre comunità. In questo clima, il sostegno reciproco è essenziale».

Per queste ragioni, l’organizzazione latina e la comunità ebraica hanno messo in piedi un progetto per combattere collettivamente l’odio razziale, unendo le voci e “fare davvero la differenza lavorando insieme”.

Come riporta il Jerusalem Post, verranno organizzate una serie di attività ed eventi per consolidare gli obiettivi di questa nuova alleanza.

«La responsabilità dell’industria dello spettacolo nella lotta alla disuguaglianza è fondamentale, perciò questa alleanza è un grande passo», ha sottolineato Joshua Mintz, importante dirigente di Dori Media Group (noto network televisivo in lingua spagnola), che assumerà la guida dell’iniziativa nel ruolo di presidente.

«È giunto il momento di unire le nostre voci e di affrontare insieme l’odio. Come professionisti dei media e dell’intrattenimento siamo in una posizione unica per generare un cambiamento tanto necessario, impattare e prendere posizione contro le nuove manifestazioni di un’antica intolleranza. Aspiriamo a costruire ponti che colleghino le nostre comunità per raggiungere solidarietà e impegno verso la comprensione e il rispetto reciproci».

Menu