Le regioni più antisemite del mondo? Medio-Oriente ed Europa dell’Est

Mondo

Metà degli adulti al mondo non ha mai sentito parlare della Shoah, mentre un quarto di essi – 1 miliardo di persone – nutre sentimenti antisemiti. Sono solo alcuni dei terrificanti aspetti che emergono da una recente ricerca condotta dall’Anti-Defamation League (ADL) in 100 Paesi, attraverso interviste telefoniche e vis-a-vis. Agli intervistati – 53.100 persone che vivono in 102 Paesi con più di 4 miliardi di adulti – venivano sottoposte 11 domande basate su pregiudizi antisemiti.

“Per la prima volta abbiamo un’idea reale di quanto pervasiva e insistente sia oggi l’antisemitismo nel mondo – ha spiegato al quotidiano online The Times of Israel il direttore di ADL Abraham H. Foxman -. Questi dati provenienti da oltre 100 paesi ci aiutano a capire in profondità gli incidenti e la retorica antisemita e a quantificare la prevalenza di attitudini antisemite nel mondo. Ora possiamo identificare i paesi e le regioni in cui l’odio per gli ebrei non esiste”. Ad esempio, il Laos, all’ultimo posto della classifica per antisemitismo, con solo lo 0,2% degli adulti che provano questi sentimenti.

Ma la ricerca aiuta anche a capire esattamente il contrario, e cioè quale sia la regione più antisemita: il Medio Oriente, con il 93% dei palestinesi che nutre profondi sentimenti di odio contro gli ebrei. Ma anche il 74% degli intervistati nella regione e in Nord Africa condivide la maggior parte degli stereotipi antisemiti. Interessante, poi, è il dato relativo all’Iran, il paese mediorientale con il tasso più basso di sentimenti antisemiti (56%). Mentre fa inorridire la constatazione che più è alto il livello di educazione e istruzione degli intervistati di questa zona del mondo, più cresce l’odio contro gli ebrei.

Il Medio Oriente è seguito dall’Europa orientale (34%), dove il pregiudizio più diffuso è “gli ebrei hanno troppo potere nel mondo degli affari”. Mentre in Europa occidentale si nota un grande divario fra  gli adulti che conoscono la storia e i giovani, che solo 70 anni dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, non hanno mai sentito parlare di quello che è accaduto a 6 milioni di ebrei.

Per quanto riguarda l’Italia, il 51% ha risposto con «è probabilmente vero» che gli ebrei hanno più lealtà nei confronti di Israele che verso l’Italia. 45 su 100 pensano che «gli ebrei parlano troppo di quel che è successo durante l’Olocausto», mentre 32 su 100 sono convinti che «hanno troppo potere sulle piazze finanziarie. Complessivamente 20 su 100 hanno risposto »probabilmente vero” a una maggioranza di sei stereotipi su undici sottoposti loro dagli intervistatori.

I 10 Paesi più antisemiti
1. Gaza e Cisgiordania
2. Iraq
3. Yemen
4.Algeria
5. Libia
6. Tunisia
7. Kuwait
8. Bahrein
9. Giordania
10. Marocco/Qatara/Emirati Arabi Uniti

I 10 paesi meno antisemiti
1. Laos
2. Filippine
3. Svezia
4. Paesi Bassi
5. Vietnam
6. Regno Unito
7. Usa
8. Danimarca
9. Tanzania
10. Tailandia

Menu