Lapid e Truss: “Lavoreremo giorno e notte per impedire il nucleare iraniano”

Mondo

di David Fiorentini
Il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid e la sua controparte britannica Elizabeth Truss hanno sancito un accordo decennale per la cooperazione informatica, tecnologica, commerciale e militare.

Come riporta JNS, Lapid e Truss hanno dichiarato che l’accordo avrebbe trasformato “la nostra vicina amicizia in una partnership ancora più stretta. Come nazioni patriottiche e orientate verso l’esterno, sappiamo che la via migliore per progredire consiste nel costruire legami economici, tecnologici e di sicurezza più forti con partner che la pensano allo stesso modo”.

“Questo patto stimolerà progressi tecnologici che hanno il potenziale per cambiare il Mondo, creare posti di lavoro di alta qualità in entrambi i nostri Paesi e fornire strumenti alle nostre forze di sicurezza”, hanno aggiunto.

Inoltre, i due ministri degli Esteri hanno affermato, annota Reuters, che Israele diventerà ufficialmente un partner cibernetico “di primo livello” del Regno Unito; in un periodo in cui sempre più Paesi si trovano a fronteggiare un aumento delle minacce in rete.

Lapid e Truss hanno anche affrontato lo spinoso tema del nucleare iraniano, convenendo che entrambi “lavoreranno giorno e notte per impedire al regime iraniano di diventare una potenza nucleare”.

“Molti temono che i cieli si stiano oscurando in tutto il Mondo a causa della pandemia, della minaccia del terrorismo e degli attori ostili che cercano di avere il sopravvento. Ma noi crediamo che, con il giusto approccio, la libertà e la democrazia prevarranno”, hanno scritto.

Infine, riferisce Jewish News, non è mancata una condanna ai “terribili attacchi contro Israele e i suoi rappresentanti, dalla sparatoria a Gerusalemme della scorsa settimana da parte di un militante di Hamas all’inaccettabile attacco all’ambasciatore di Israele Tzipi Hotovely presso la London School of Economics”.

“Non c’è posto per l’antisemitismo nel Mondo. Questo è il motivo per cui il Regno Unito si è mosso con decisione per sostenere Israele in questa lotta, proscrivendo Hamas nella sua interezza. Il Memoriale dell’Olocausto e il Centro di Apprendimento che sorgerà vicino al Parlamento saranno un promemoria costante e una risposta alla domanda sul perché bisogna eliminare l’antisemitismo.”

Lapid è arrivato a Londra la sera del 28 Novembre per iniziare una serie di incontri diplomatici, nel contesto dell’apertura del convegno sul nucleare a Vienna. Successivamente, il ministro israeliano è atteso a Parigi per incontrare il Presidente francese Emmanuel Macron.

(Foto: S. Mitchell, sito: sito Ministero degli Ester di Israele)

Menu