Dresda in Sassonia

Germania: lezioni di ebraismo nelle scuole pubbliche della Sassonia

Mondo

di Paolo Castellano
Per favorire il dialogo interreligioso e per prevenire comportamenti antisemiti la Germania ha istituito dei corsi di ebraismo che verranno introdotti a breve nelle scuole medie e superiori. È ufficiale però che i corsi partiranno in Sassonia, storica regione tedesca, offrendo alle nuove generazioni delle lezioni di ebraismo.

Gli insegnamenti ebraici partiranno il prossimo anno accademico ma gli studenti delle scuole pubbliche potranno frequentare anche dei corsi dedicati alla religione cattolica o a quella protestante, qualora lo desiderassero. Gli studenti ebrei della Sassonia però non hanno l’obbligo di frequentarli.

Come riporta Israel National News, altri stati tedeschi introdurranno dei corsi simili che saranno accessibili a tutti gli studenti con qualsiasi curriculum di studio.

I ragazzi di altre fedi potranno così approfondire alcuni temi ebraici insieme ai loro coetanei ebrei. «Può contribuire a una migliore conoscenza della religione», ha dichiarato Josef Schuster, presidente del Consiglio Centrale Ebraico della Germania, agli organi di stampa tedeschi.

Le scuole media delle città di Chemnitz, Lipsia e Dresda (nella foto) offriranno il percorso formativo sopracitato. Le scuole superiori invece lo faranno nei prossimi anni.

Il corso di ebraismo nelle scuole pubbliche è stato proposto e organizzato dalle organizzazioni ebraiche tedesche. Si stima che siano 2,600 gli ebrei iscritti alle comunità ebraiche nei territori dell’ex-stato della Germania dell’Est.

Come ha riportato il The Times of Israel nel settembre del 2018, in Sassonia – definito stato della riunificazione – sono presenti dei gruppi di estrema destra che appoggiano ideologie naziste e dunque antisemite. Per di più, i partiti di estrema destra xenofobi e razzisti hanno ottenuto importanti successi elettorali in Sassionia durante gli anni ’90 e 2000.

Secondo Anetta Kahane , responsabile della fondazione antirazzista Amadeu Antonio, il governo tedesco ha lasciato soli i sindaci locali che dovevano contrastare i gruppi di estrema destra durante il complicato periodo di post-unificazione.

@castelpao

Menu