Misano Adriatico, intitolata una piazza alla famiglia ebraica Matatia e alle vittime della Shoah

Italia

piazzetta matatiaIl 25 Aprile scorso, mentre nel nostro Paese dilagava la sconcertante polemica sulla partecipazione o meno della Brigata Ebraica alle manifestazioni del Giorno della Liberazione, vi sono stati luoghi ove le parole Democrazia, Partecipazione, Memoria, Umanità hanno trovato ampia ospitalità. Parliamo di Misano Adriatico, dove il Sindaco Stefano Giannini e la Sua Giunta, spinti da un imponente movimento di opinione, hanno intitolato una Piazzetta ai Matatiaalle Vittime della Shoah. Questo movimento, nato spontaneamente grazie a Facebook e indirizzato a sostenere la diffusione della storia della famiglia ebraica Matatia – la cui storia è raccontata nel libro I vicini scomodi di Roberto Matatia – come simbolo delle vittime romagnole della Shoah, nel giro di un breve lasso di tempo ha raggiunto i 400 sostenitori.

A Misano Adriatico il 25 Aprile si è svolta una manifestazione dove, successivamente a discorsi del Sindaco, del rappresentante dell’ANPI, di Roberto Matatia, ai canti dei partigiani ed alle poesie sulla Shoah, recitate in modo esemplare da alunni delle scuole medie locali, è stata scoperta una targa di intitolazione ai Matatia ed alle Vittime della Shoah , nel pieno centro cittadino.

Di lato a questa, è stata messa a dimora una pianta di camelie, a memoria di Camelia Matatia, protagonista femminile del romanzo I Vicini Scomodi, simbolo di un’adolescente perseguitata, deportata e uccisa solo perché ebrea.

Menu