Lech Lechà: dal 14 al 19 marzo la Trani ebraica in un Festival di musica, cultura e intrattenimento

Italia

di Roberto Zadik

lech-lechàIl titolo di una celebre Parashà della Torah è ormai da qualche anno il nome di una grande manifestazione che dal 14 al 19 marzo coinvolgerà artisti, pensatori e autorità in no
me delle radici ebraiche pugliesi e dei valori dell’ebraismo e della Torah partendo dalla figura biblica fondamentale di Abramo. Giunta alla sua quarta edizione e organizzata dal Rabbinato di Napoli col sostegno dell’Ucei, del Comune di Trani e della Regione Puglia, l’iniziativa è stata definita dall’Ucei “un evento di interesse nazionale e anche quest’anno si preannuncia molto stimolante e piena di eventi, mostre, concerti, documentari sulla kasherut e altre sorprese.

Tutto si articolerà con eventi suddivisi per lettera ebraica, dalle presentazioni di libri, chiamate Sefarim, ai convegni su ebraismo, attualità ebraica e Israele fino a approfondimenti sulle Yeshivot, le preghiere e la ritualistica ebraica e a una nutrita parte musicale con “Il canto di Abramo” con performance e serate tematiche e di grande suggestione.

La bellissima località di Trani riscopre le sue antiche radici ebraiche con un ritorno all’ebraismo e un risveglio spirituale e culturale che in questi anni si sta sempre più diffondendo sul territorio, celebre il caso degli “ebrei di San Nicandro”.

La manifestazione comprende numerosi approfondimenti su temi portanti dell’ebraismo come lo Shabbat durante la serata “Yom ha Shabbat” e uno special inedito sull’ebraismo tranese “Ritorno a Mabit. Fra gli appuntamenti principali della rassegna, martedì 15 marzo, Rav Della Rocca presenterà il suo libro “Con lo sguardo alla Luna-Percorsi di pensiero ebraico” (Giuntina) e nello stesso giorno, riferimento al cinema e al grande Steven Spielberg col film Munich sulla tragedia alle Olimpiadi di Monaco del 1972 durante la serata “Noi non dimentichiamo”.

Un festival interdisciplinare e a tutto tondo con una serie di appuntamenti messi a punto da studiosi e professionisti, come l’avvocato e Mashgiach Cosimo Yehuda Pagliara, Assessore della Comunità ebraica di Napoli, Ottavio Di Grazia, Docente di Filosofia Teoretica e di Storia delle Religioni, Francesco Lotoro, pianista e docente di Pianoforte al Conservatorio di Foggia, per focalizzare la complessità e la ricchezza del mondo ebraico e la sua fusione col territorio pugliese, dimenticata nei secoli e ora più che mai attiva e vivace.

Per info sul programma: http://www.napoliebraica.it/wordpress/lech-lecha/

Menu