Le compagnie aeree sospendono i voli da e per Israele

Italia

Dopo la caduta di un razzo a Yehud, a un miglio dall’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, alcune compagnie aeree hanno deciso di sospendere i voli da e per Israele. Le prime ad avere preso la decisione sono quelle americane – American AirlinesDelta AirlinesU.S. Air eUnited Airlines – dopo un allarme lanciato dalla Faa (Federal Aviation Authority). Lo stop ha avuto immediate ripercussioni su un volo della Delta Airlines: partito da New York e diretto a Tel Aviv è stato fatto atterrare a Parigi.

meridianaMa anche in Europa la tedesca Lufthansa, l’olandese Klm, la francese Air France e la svizzera Swiss hanno sospeso i voli.  Lo stesso ha fatto Meridiana, che in una nota spiega: “Tale decisione, presa in sintonia con le principali compagnie europee ed internazionali è volta a ridurre i rischi per passeggeri ed equipaggi. Meridiana si augura di poter rapidamente rivedere questa decisione, ma al momento non è possibile indicare una data certa per la riattivazione di questi voli. Ai passeggeri che stanno subendo un disagio per effetto di questa decisione verrà offerto il completo rimborso del biglietto. La situazione sarà costantemente monitorata in collaborazione con le autorità competenti”. Mentre Alitalia ha sospeso i voli per tutta la notte fra il 22 e il 23 luglio, dando anche la possibilità a chi ha prenotato un volo fino al 31 luglio di cambiare destinazione o data

Dal canto suo, il Ministro israeliano per i Trasporti Israel Katz ribadisce che non vi è alcun pericolo per la sicurezza dei voli. “Il ministro dei Trasporti Israel Katz ha contattato questa sera le compagnie americane per spiegare che il decollo e l’atterraggio all’aeroporto Ben Gurion non presentano alcun problema di sicurezza, né per i velivoli né per i passeggeri – si legge nella nota – non c’è alcuna ragione per le compagnie americane di annullare i loro voli”.

Menu