Missili da Gaza

Tre missili lanciati da Gaza sul concerto a Sderot: scampata la strage grazie all’Iron Dome

Israele

di Redazione
Tre missili sono stati lanciati domenica dall’enclave palestinese di Gaza nel sud di Israele, interrompendo un concerto di un festival musicale a Sderot. Come riporta il Times of Israel, per fortuna, due dei tre missili sono stati intercettati dal sistema missilistico Iron Dome, ha detto l’esercito, mentre il terzo è caduto in una terra desolata causando un incendio.

Una donna ha riportato lievi ferite a causa del lancio di un razzo, mentre diverse persone hanno sofferto di attacchi di panico.

Dall’inizio di agosto, attacchi missilistici e tentativi di infiltrazione da parte dei palestinesi di Gaza, nonché attacchi di ritorsione dell’esercito israeliano hanno minacciato la tregua tra Hamas e Israele.

Secondo gli osservatori, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu sta cercando di evitare un’escalation nell’enclave bloccata per garantire una relativa stabilità alle elezioni, ma alcuni dei suoi oppositori politici chiedono un’azione più dura contro Hamas.

Da parte sua, il movimento islamista non ha rivendicato gli ultimi attacchi missilistici o l’infiltrazione di uomini armati in Israele, un modo per spingere Israele alle concessioni per migliorare il destino degli abitanti di Gaza senza frantumare il tregua, stima molti analisti.

La reazione israeliana: colpiti obiettivi a Gaza

In risposta all’attacco, che poteva causare una strage fra i partecipanti al concerto, l’aeronautica israeliana ha lanciato una serie di attacchi aerei sugli obiettivi nella Striscia di Gaza settentrionale lunedì mattina, ha detto l’esercito, ore dopo che terroristi palestinesi hanno sparato tre missili nel sud di Israele, inviando migliaia di residenti che si precipitavano in rifugi antiaerei. Le forze di difesa israeliane hanno dichiarato di aver colpito obiettivi su “una base militare appartenente al gruppo terroristico di Hamas nel nord di Gaza, compreso l’ufficio di un comandante del battaglione di Hamas”.

Menu