Membri delle Brigate Izz ad-Din al-Qassam, braccio armato di Hamas (20 luglio 2017)

Israele: Twitter blocca i profili di Hezbollah e Hamas

di Nathan Greppi
Twitter ha recentemente bloccato 2 profili legati a Hamas, e in Israele ne ha chiusi o bloccati 35 legati sempre a Hamas e a Hezbollah.

Secondo l’agenzia di stampa JTA, ciò è avvenuto dopo che Gilad Erdan, Ministro dell’Informazione israeliano, ha inviato una lettera al CEO di Twitter Jack Dorsey e al presidente esecutivo Omid Kordestani in cui dichiarava che Twitter non ha mai accolto le richieste delle autorità israeliane di chiudere quei profili che incitano al terrorismo. Nella lettera, Erdan scrive che “consentire a organizzazioni terroriste di operare liberamente e diffondere i loro messaggi attraverso la vostra piattaforma sarebbe una violazione della legge israeliana relativa al fornire sostegno a organizzazioni terroriste.”

Nella lettera ha incluso una lista parziale di profili Twitter legati a organizzazioni terroriste e ha minacciato di avviare un procedimento penale se non fossero stati rimossi. Ed è così che, a partire da lunedì 2 luglio, se qualcuno prova a visualizzare il profilo @hamasinfo da un computer israeliano troverà la scritta “l’account di @hamasinfo è stato bloccato in Israele a causa di un’istanza.” Si può sempre accedere all’account da altri paesi dove tuttavia compare la scritta: “Attenzione: Questo profilo potrebbe includere contenuti potenzialmente sensibili.”

(Foto: Mustafa Hassona/Anadolu Agency)