Ennesimo episodio contro i cristiani nella Gaza di Hamas

Israele

Nella Gaza governata dagli integralisti islamici si è verificato l’ennesimo esempio di intolleranza contro i cristiani. All’alba del 15 febbraio, la sede locale dell’associazione giovanile cristiana (Ymca) è stata data alle fiamme da un gruppo di uomini armati. Secondo i testimoni, le due guardie che presidiavano l’edificio sono state sequestrate da un commando di 14 uomini, i quali hanno poi fatto scoppiare un ordigno incendiario all’interno della struttura, nei locali della biblioteca. Gli assalitori hanno poi rubato un veicolo dell’associazione cattolica. Non ci sono vittime, né feriti, perché l’edificio era vuoto. Le due guardie sono state rilasciate dai sequestratori nella zona settentrionale della Striscia di Gaza. Ma un patrimonio di 10.000 tra libri e cassette conservati nella biblioteca del centro religioso è andato completamente distrutto. La struttura devastata, che conteneva una scuola, un club sportivo e alcune sale per feste e incontri, era frequentata anche dai musulmani. I cristiani di Gaza sono ridotti a una piccola minoranza di 3500 individui e sono sottoposti a una dura pressione. L’episodio più grave risale al 7 ottobre 2007 quando era stato rapito, torturato e ucciso il libraio protestante Rami Khader Ayyad.

Menu