Kollel del Tempio Centrale di via Guastalla: un nuovo corso sui commenti alla Parashà

di Roberto Zadik

Giacobbe a cui si allungano le braccia a dismisura per aiutare Rachel ad abbeverare le greggi mentre viene trafitto dal più formidabile colpo di fulmine di tutta la Torah. Moshè che battendo la roccia – invece di “parlarle”, come da richiesta esplicita dell’Onnipotente -, si gioca tutto, ovvero l’ingresso in Eretz Israel, pagando un prezzo altissimo per quel suo attacco di collera. Avraham che nel bel mezzo del querceto di Mamrè, ancora dolorante per la milà, mette addirittura “in attesa” il Padreterno con cui sta parlando, pur di onorare il precetto dell’ospitalità e correre incontro a tre stranieri, i tre angeli – ma lui non lo sa –. Quante infinite letture si possono dare ai racconti delle parashot? Letture incrociate, simboliche, psicologiche, mistiche o semplicemente esegetiche, costruite sull’interpretazione rabbinica e midrashica. Da Rashi a Ramchal, da Rambam al Netziv e via discorrendo.

La sensibilità della maturità regala uno sguardo diverso sul retaggio ebraico, accostarsi al testo biblico dopo i sessant’anni ha un sapore tutto particolare, dettato da uno sguardo sul mondo radicalmente mutato. È la terza giovinezza, quell’età capace di posare uno sguardo interiorizzato, più emozionale, pacato e meditativo, sul patrimonio della nostra tradizione.

Da domenica 11 luglio il Kollel del Tempio Centrale di via Guastalla inaugura un nuovo corso sui commenti alla Parashà, illustrati dalla verve e dall’approccio poliedrico e brillante di Zvi Blechstein. Gli incontri sono rivolti, in particolare, a signori e signore dai 60 ai 120 anni, principianti e no.

Il collegamento via Zoom è previsto per coloro che non potranno partecipare in presenza che così potranno collegarsi online ponendo domande e rispondendo a qualsiasi dubbio o curiosità in materia ebraica. Un’occasione da non perdere per studiare Torah in compagnia e in un’atmosfera gioiosa, affrontare tematiche e protagonisti di ogni brano biblicononché estendere, per coloro che lo desiderano, le possibilità di studio, programmando lezioni individuali con gli avrechim del Kollel. Gli incontri si terranno la domenica alle ore 18.30 e ogni volta si cambierà argomento scoprendo – o riscoprendo – la bellezza e la sorprendente modernità delle vicende bibliche e la proposta introspettiva, giuridica, comportamentale ed etica delle pagine della Torah. Vicende bibliche sempre attuali, figure paradigmatiche, storie capaci di gettare una luce di consapevolezza sulla nostra quotidianità, specialmente in questa terza giovinezza che comincia intorno ai sessant’anni quando la sensibilità si affina e lo sguardo si fa meno mondano e più attento nella ricerca di nuovi orizzonti di significato.

Menu