Ricette ebraiche: Babka per un Tu BiShvat ashkenazita, con i 7 frutti

di Ilaria Myr

La babka è un dolce proveniente dalla Polonia, che gli ebrei portarono in giro per il mondo (è un classico immancabile dei “deli” americani). Presente anche nel menù della Pasqua cristiana, può essere farcito con cioccolato, ma anche con semi di papavero, cannella, ricotta o confettura. La caratteristica di questa treccia farcita è proprio la forma che viene realizzata arrotolando l’impasto per poi tagliarlo in due filoncini che andranno sovrapposti e intrecciati. Un dolce bellissimo da servire affettato perché all’interno ha tante golose venature. Qui proponiamo una versione che abbiamo trovato MY Jewish Learning con le sette specie di piante e frutti che si mangiano al seder di Tu Bishvat: grano, orzo, uva (o vino), olive, melograno, datteri e fichi.

 

Preparazione
Mettere il lievito e lo zucchero in una ciotola con acqua tiepida finché non diventa spumoso (circa 8 minuti). In una planetaria con gancio per impastare unire farine, zucchero, vaniglia e cannella. Aggiungere il latte, l’olio d’oliva e le uova una alla volta. Continuare a mescolare nella planetaria circa 8-10 minuti, fino a quando l’impasto non risulta elastico e molto morbido. Lasciarlo riposare per 1-2 ore in una ciotola unta con un panno umido sopra. Per il ripieno, unire tutti gli ingredienti in una casseruola a fuoco medio. Portare a bollore, quindi abbassare il fuoco finché il liquido non si sarà ridotto a poco più della metà. Lasciar raffreddare e frullare. Preriscaldare il forno a 180 gradi. Tagliare la pasta in due parti. Stendere ogni sezione di pasta fino a ottenere una forma rettangolare su cui disporre il ripieno. Lavorando dal lato più corto, arrotolare la pasta, formando un lungo tronco e tagliarlo al centro lasciando il ripieno scoperto. Fissare le estremità su un lato e intrecciare i due filoncini. Mettere su una teglia unta e lasciar lievitare altri 20 minuti. Cospargere la superficie con mandorle a lamelle. Infornare per 30-35 minuti. Completare con miele di datteri, a piacere.

Ingredienti
Per la pasta:
1 cucchiaino di lievito in polvere
½ tazza di acqua tiepida
4 tazze di farina bianca e mezza tazza di farina d’orzo; ⅓ di tazza di zucchero
1 cucchiaino di vaniglia e 1 di cannella
½ tazza di latte o latte di mandorla
¾ di tazza di olio d’oliva; 2 uova
Per il ripieno:
1 tazza di fichi secchi tagliati a metà
1 tazza di datteri denocciolati
1 tazza di acqua e ½ di vino o succo d’uva
1 cucchiaino di melassa di melagrana
¼ cucchiaino sale; 1 cucchiaino cannella
Per la decorazione (opzionale):
miele di dattero e mandorle a lamelle

Menu