MEIS di Ferrara: Il museo riapre e lancia i “Giovedì al MEIS”

Viaggi

di Redazione

Il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah riapre mercoledì 3 febbraio con un calendario ricco di attività per accogliere  i visitatori in completa sicurezza. Ogni giovedì, un nuovo appuntamento di condivisione e scoperta, fra arte e cultura, sorseggiando insieme un tè caldo.

APERTURE E ORARI

A partire dal 3 febbraio il MEIS aprirà dal mercoledì al venerdì, dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18. Nella prima settimana (dal 3 al 5 febbraio) l’ingresso è gratuito e sarà possibile visitare “1938: l’umanità negata”, la mostra multimediale curata da Paco Lanciano e Giovanni Grasso, dedicata al dramma delle Leggi razziali e alla conseguente esclusione degli ebrei italiani dalla società. Mercoledì 10 febbraio riaprirà anche il percorso permanente “Ebrei, una storia italiana” con un biglietto, valido per entrambe le mostre, al prezzo speciale di 5 euro.

GIOVEDÌ AL MEIS – IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

Programmi per il giovedì pomeriggio? Per tutto febbraio il giovedì sarà il giorno speciale dedicato alla letteratura, l’arte e la cultura. Coccolati da un tè caldo i nostri visitatori riscoprono insieme l’impagabile esperienza di una visita al museo.

L’ora del tè letterario al MEIS Giovedì 4 febbraio alle 16.00 al Bookshop del MEIS, Rachel Silvera, responsabile della comunicazione del museo, dialogherà con i visitatori a proposito de “L’odore del fieno”, la raccolta di racconti, a tratti misteriosi, di Giorgio Bassani. Tania Bertozzi, responsabile della biblioteca del MEIS, svelerà ai lettori i nuovi arrivi disponibili. Ad accompagnare l’incontro, una fumante tazza di tè. INGRESSO LIBERO.

Visita guidata con il Direttore e la Curatrice Giovedì 11 e 18 febbraio in occasione della riapertura di “Ebrei, una storia italiana”, alle 16.00 e alle 16.30, il Direttore del MEIS Amedeo Spagnoletto e la Curatrice del MEIS Sharon Reichel vi guideranno nelle sale più significative della mostra, non prima di aver sorseggiato un tè caldo. Il biglietto costa 5 euro ed include anche la mostra “1938, l’umanità negata”. Posti limitati, prenotazione obbligatoria chiamando il numero 342 5476621 (attivo dal 3 febbraio dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18, dal mercoledì al venerdì).

Il ballo della regina Ester Giovedì 25 febbraio – alla vigilia della festa ebraica di Purim – alle 16.00 presso il bookshop del MEIS ci sarà un’attività speciale per scoprire la storia della regina Ester, la protagonista del racconto, le dolci ricette in cucina e le tradizioni della ricorrenza.

 

La Comunità ebraica di Pisa in collaborazione con il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah propone un ciclo di lezioni online dedicate alla memoria di Giacomo Augusto Hasdà (1869-1943), rabbino di Pisa deportato e ucciso ad Auschwitz.
Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Mercoledì 10 febbraio ore 18.30
Rav Amedeo Spagnoletto – “Le Profetesse. Figure di donne ebree che hanno visto oltre”
Mercoledì 17 febbraio ore 18.30
Rav Alberto Somekh-“La mappa dell’aldilà. Inferno e Paradiso nella versione ebraica (in occasione delle celebrazioni internazionali per i 700 anni dalla morte di Dante)”
Giovedì 4 marzo ore 18.30
Rav Gianfranco Di Segni- “C’è vita su Marte? L’ebraismo e la possibilità di vita sugli altri pianeti”

Chi desidera partecipare può inviare una email di richiesta almeno 24 ore prima di ciascun evento al seguente indirizzo: info@pisaebraica.it

(Nella foto di Marco Caselli Nirmal, la mostra “1938: l’umanità negata”)

Menu